| categoria: esteri

Carla Bruni torna in concerto a Parigi, ovazione per Sarkozy

Finito il mestiere di premiere dame, Carla Bruni è tornata stasera in scena a Parigi, dopo alcune date «di riscaldamento» in banlieue. Tanti applausi, molta emozione per Carla che da anni non si esibiva in pubblico e soprattutto nella capitale. Ovazione anche per il marito, l’ex presidente Nicolas Sarkozy, a fine concerto. La Bruni, 45 anni, è partita per promuovere il suo nuovo album «Little french songs» con una serie di tappe in Francia – a Parigi sarà fino a domenica al Casinò de Paris – poi in Belgio e in Svizzera fino al prossimo marzo. Tutto esaurito nel teatro, ai piedi di Montmartre, clima intimo con molta emozione per Carla, in giacca rossa e pantaloni di cuoio neri, accompagnata semplicemente da chitarra e pianoforte, con qualche accenno di tromba. L’ex top ha presentato i successi dell’ultimo disco, a cominciare da «Chez Keith et Anita», poi ha riproposto i successi del suo primo trionfale «Quelqùun m’a dit», 2 milioni di copie nel 2002. Il suo secondo album, «Comme si rien n’etait» risale al 2008, dopo il matrimonio con Sarkozy, ma non fu seguito da alcun tour dal vivo. Durante il soggiorno all’Eliseo, soltanto qualche serata privata e sporadiche apparizioni televisive. Meno di un’ora e mezzo di spettacolo con i nuovi pezzi ispirati tutti all’amore, tratti da classici di Barbara, Trenet, Johnny Hallyday. Poi i brani più popolari, ritmati dal pubblico entusiasta: «Raymond» dedicata a Sarkozy, «Raphael» al suo primo compagno Raphael Enthoven, presente in sala, e «Le Pingouin», nel quale alcuni hanno riconosciuto un ritratto ironico dell’attuale presidente Francois Hollande. Momento speciale con «Dolce Francia», di Charles Trenet, inno di gratitudine al paese che l’ha accolta da bambina, ma cantato in italiano da Carla. Applausi e bis, poi ovazione per Sarkozy, che l’ha raggiunta in camerino, sorridente e in forma, giacca e camicia bianca. L’ex presidente ha salutato e ringraziato, mentre qualcuno gridava «Torna, Nicolas!».

Ti potrebbero interessare anche:

LONDRA/ Cameron detta le sue condizioni per restare in Europa
Obama pronto ad autorizzare un attacco aereo contro l'Isis in Siria
USA2016/ Trump caccia donna musulmana dal suo comizio
Cameron, con l'accordo abbiamo ottenuto quel che volevamo
Usa, ai Clinton un assegno da 10,6 mln di dollari. Trump non pubblica il proprio reddito
LIBIA NON È UNA 'COLONIA',ITALIA VUOLE SUMMIT INCLUSIVO



wordpress stat