| categoria: In breve

CINEMA/ Rapporto shock. animali maltrattati e vittime sul set

Cavalli, leoni e scoiattoli maltrattati sui set cinematografici, a volte a tal punto da causarne la morte: è l’allarme lanciato in un’inchiesta shock di Hollywood Reporter, che sta indignando gran parte dell’America, non solo le associazioni degli animalisti. Sul banco degli imputati le case cinematografiche – dalla Disney alla Paramount alla Fox – ma anche i registi e gli attori, le star di Hollywood che troppo spesso ignorano gli abusi e i rischi a cui sono sottoposti gli animali sul set dei loro film. La rivista denuncia infatti come durante le riprese i maltrattamenti siano purtroppo frequenti. I casi riportati sono tanti: mentre veniva girato «Lo Hobbit», per esempio, sarebbero morti ben 27 animali. E la famosa tigre di «Vita di Pi» – si racconta – ha rischiato davvero grosso, stava per annegare. Per non parlare poi delle innumerevoli ferite che avrebbero subito i cavalli delle «Cronache di Narnia». Non si tratta però solo di incidenti, ma anche di percosse: Hollywood Reporter denuncia per esempio come un cane del film «Eight Below – 8 amici da salvare», della Disney, sia stato preso ripetutamente a pugni durante la realizzazione della pellicola. E ancora, non si contano le decine di pesci morti durante le riprese del primo capitolo de «I pirati dei Caraibi». Il triste elenco – spiega il magazine di Hollywood – potrebbe continuare a lungo. A far scattare l’inchiesta è stato proprio quanto avvenuto sul set di ‘The Hobbit’, nel 2012, dove parecchi animali tra cui pecore, capre e cavalli, morirono per disidratazione, spossatezza o annegamenti in una fattoria in Nuova Zelanda. Alcuni di loro furono sepolti da uno degli istruttori, di nome John Smythe, che poi informò la produzione. Questi tuttavia – denuncia Hollywood Reporter – gli spiegarono che, poichè gli esemplari erano morti durante una ‘pausà, e non durante le riprese, la produzione non aveva alcuna competenza in merito. Gli animalisti sono ora più che mai sul piede di guerra, denunciando come troppo spesso le esigenze delle case di produzione hanno avuto la meglio sulla tutela dei diritti degli animali.

Ti potrebbero interessare anche:

Capri, mancano gli infermieri: anziana rimane senza dialisi e muore
Lazio-Bologna, identificati 40 ultras biancocelesti
ROMA/ Marchini, io con il centrodestra? Vecchi schemi, il bipolarismo è morto
VATICANO/ Bertone, mai detto a Fondazione Bambino Gesù di pagarmi l'attico
CALCIO/ Neymar denunciato in Brasile per evasione fiscale
Uccide la moglie e poi si toglie la vita



wordpress stat