| categoria: sanità

Tampone dimenticato durante l’operazione, sei medici rinviati a giudizio a Bari

Sei medici sono stati rinviati a giudizio dal giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Bari perchè accusati di aver causato la morte di una donna di 40 anni, deceduta per un pezzo di cotone non rimosso durante un intervento chirurgico per la rimozione di un tumore al cervello. La donna, originaria di Monopoli, fu operata nell’ospedale ‘Carlo Bestà di Milano nell’aprile 2008. Nelle settimane successive, rientrata in Puglia, la paziente cominciò ad avvertire malori e quindi fu ricoverata al Policlinico di Bari. Le sue condizioni si aggravarono fino alla morte a giugno del 2008. Secondo quanto accertato dalla Procura del capoluogo pugliese gli era rimasto nel cranio un pezzo di cotone. Sotto inchiesta sono finiti non solo i due medici e l’infermiere del Besta di Milano ma anche i loro colleghi del Policlinico che non si sarebbero accorti delle cause dei dolori. I sei sanitari saranno ora processati con l’accusa di omicidio colposo dinanzi al Tribunale Monocratico di Bari a partire dal prossimo 11 febbraio.

Ti potrebbero interessare anche:

Da settembre gli ospedali veneti saranno aperti di notte per visite ed esami
Dirindin (PD): 'Governo spieghi il perchè dei fondi ai policlinici privati'
STAMINA/ Il comitato scientifico alla Lorenzin: 'Le infusioni ripetute sono un rischio'
Farmaci: Aifa dispone ritiro immediato medicinale Locabiotal
Radiato dall'ordine di Treviso il primo medico anti-vaccini
Vaccini, il decreto: no a scuola dell'infanzia per i non vaccinati



wordpress stat