| categoria: sanità, Senza categoria

EMILIA/ Sanità “a portata di clic”, arriva il Fascicolo Sanitario Elettronico

Passi avanti verso una sanità sempre più “a portata di mano” per gli utenti. Sta infatti divenendo operativo, in tutta la Regione Emilia Romagna, il Fascicolo Sanitario Elettronico, che consiste nell’opportunità, per il paziente, di consultare e ricevere, attraverso il proprio computer di casa, i referti delle prestazioni sanitarie a lui erogate, e più in generale le informazioni cliniche che lo riguardano. In sintesi il Fascicolo Sanitario Elettronico è una raccolta di documentazione sanitaria che nel corso del tempo va a costruire tutta la storia clinica personale, rendendola disponibile in forma rigorosamente protetta e riservata, e consultabile dall’utente (e solo da lui), in qualunque momento, accedendo ad internet, attraverso l’utilizzo di credenziali personali.

Il Fascicolo Sanitario Elettronico va ad affiancare e integrare il sistema “Sole”, il servizio telematico che già collegava strutture del Sistema Sanitario Regionale, Medici di Famiglia e pazienti, e da “Sole” trae i propri dati: informazioni anagrafiche del paziente (nome, cognome, data di nascita, codice fiscale, indirizzo), medico o pediatra di famiglia scelti, eventuali esenzioni ticket, prescrizioni di farmaci e prestazioni, referti, verbali di Pronto Soccorso e informazioni su avvenuti ricoveri ospedalieri.

Questi dati vengono poi aggiornati con l’immissione di nuovi referti, lettere di dimissione, prescrizioni, di strutture pubbliche o private convenzionate, che automaticamente sono caricate on line. Va a questo proposito chiarito che il sistema è in continua implementazione e quindi alcuni referti potrebbero non essere caricati esattamente in tempo reale. L’utente che decide di attivare il proprio Fascicolo Sanitario Elettronico potrà inserirvi anche propria documentazione clinica – come ad esempio appunti sulle cure, agenda appuntamenti sanitari, referti di strutture non convenzionate o di altre realtà territoriali… – ed avrà accesso ad ulteriori servizi on line, come ad esempio la prenotazione di prestazioni, il pagamento di ticket, il cambio e la revoca del medico o del pediatra. Va sottolineato che quella di aprire il proprio Fascicolo Sanitario Elettronico è una scelta libera, personale e facoltativa: nulla di obbligatorio e chi non lo fa potrà, ovviamente, continuare ad usufruire di tutti i servizi. Possono attivare il Fascicolo Sanitario Elettronico tutte le persone maggiorenni iscritte al Sistema Sanitario Nazionale e possono farlo anche per i loro figli minorenni.

Ti potrebbero interessare anche:

In Italia 11mila bambini necessitano di cure palliative
Heinz Back e i medici del Gemelli a Eataly insegnano a mangiar sano con gusto
Enogastronomia, il Trentino punta sul "grappa-turismo"
Gravidanza. Per avere figli, anche gli uomini devono bere meno caffé
Consulenti esterni, Zingaretti continua a imbarcare gente in Regione
SCLEROSI MULTIPLA,CONTRO FORME PROGRESSIVE 53 MLN ENTRO 2025



wordpress stat