| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

Marchini cala gli assi e lancia la raccolta firme “Basta farci male”

“Partirà sabato mattina alle ore 11 da piazza San Lorenzo in Lucina la raccolta firme ‘Basta farci del male’ organizzata dalla La Lista Marchini Roma, per poi proseguire fino al 1 febbraio nei quindici municipi della Capitale. La campagna è a sostegno di 13 proposte di delibera presentate dalla lista Marchini in Campidoglio”. Lo dichiara, in una nota, la Lista Marchini.“Queste proposte possono migliorare da subito la qualità della vita dei romani, e confermano il nostro incondizionato amore per questa città”, spiega Alfio Marchini. “Sono esattamente il doppio di quanto ha fatto la giunta Marino in questi sei mesi – aggiunge Onorato (capogruppo della lista Marchini – Ci accusano di essere irresponsabili, ma la nostra è un’opposizione che sa essere costruttiva nell’interesse di Roma”.
Lista Marchini – le proposte della raccolta firme : “Ecco, in sintesi – spiega ancora la nota – le proposte: si va dalla modifica dell’addizionale comunale Irpef per cui è prevista un’applicazione scalare che tutela i redditi più bassi, all’abolizione delle auto blu con lo spostamento del personale al trasporto disabili e al servizio di scuolabus. Ci sono anche una norma anti-Parentopoli, che prevede l’assunzione nelle municipalizzate tramite concorso pubblico, e un pacchetto di semplificazioni per le imprese e i commercianti. Particolare attenzione alla legalità con la proposta di abolire il meccanismo che premia, con un diritto di prelazione, gli occupanti abusivi nell’assegnazione degli alloggi popolari. Un occhio di riguardo anche per lo sport, grazie alla possibilità di creare dei ‘Punti verdi sport’ affidando in gestione a società di promozione sportiva o associazioni culturali delle aree abbandonate e degradate per la costruzione di aree attrezzate che rimarranno di proprietà comunale”. “C’è anche l’impegno per l’amministrazione – prosegue il comunicato – a rinegoziare con il Governo i trasferimenti statali a Roma Capitale, che sono tra i più bassi rispetto alle altre grandi città. E poi: misure per la lotta all’evasione del titolo di viaggio, con l’obbligo di salita anteriore e il bigliettaio a bordo; un sistema a rotaia più efficiente e integrato; una casa dello start up comunale con spazi e utenze a disposizione per premiare le migliori idee nel campo del turismo e dell’innovazione tecnologica; sponsor privati per rilanciare bike e car sharing; bilancio on line e partecipato, cioè aperto ai suggerimenti e alle proposte dei cittadini; una casa della cultura in ogni municipio e un ingresso gratuito mensile per i cittadini romani nei musei comunali”.

Ti potrebbero interessare anche:

Storace, il dg dell'Ater Viterbo va mandato in pensione
STOP TOTALE/ Via dei Fori imperiali aperta solo ai pedoni
Umberto I, che fine ha fatto il progetto di rifarlo nuovo al Tiburtino?
SARAH INCHIESTA-BIS/ Notificati dalla Procura 12 avvisi di conclusione di indagini
ENERGIA/ Enea, arriva il condizionatore alimentato dal sole
Il ruggito del coniglio



wordpress stat