| categoria: primo piano, Senza categoria

Renzi: ultimatum a Letta, monito ad Alfano

Si complica la vita del premier Enrico Letta, che non a caso ha fissato a dopo le primarie del Pd il momento adatto per verificare la tenuta della maggiornza in parlamento: i problemi più seri infatti gli arrivano dal suo partito e da colui che con ogni probabilità ne assumerà la guida. In un’intervista a Repubblica, Matteo Renzi lancia al presidente del Consiglio un vero e proprio ultimatum: un patto per arrivare al 2015. Con tre punti qualificanti: riforme, lavoro ed Europa. Se il governo non si dedicherà in modo convincente a questi temi, allora il Pd “separerà il suo destino da quello della maggioranza”.
Il problema è che anche Angelino Alfano, l’ex delfino berlusconiano che ha lasciato Forza Italia con i ministri ex Pdl e con una nutrita pattuglia di parlamentari, detta sabato una sua agenda: legge elettorale, superamento del bipolarismo, meno tasse sul lavoro. E un “capitolo a parte” dedicato alla riforma della “giustizia penale”. E a questo dà un nome: governo delle “chiare intese”. La risposta di Renzi però è altrettanto chiara: Alfano “ha trenta deputati, noi ne abbiamo trecento. Se non è d’accordo, sappia che poi si va a votare. Io non ho paura delle elezioni, lui sì. Perché sa che Berlusconi lo asfalta”…

Della nuova maggioranza, formalmente “deberlusconizzata”, del passaggio parlamentare, di un nuovo patto di governo, Letta parlerà lunedì con Giorgio Napolitano. Intanto rimane il nodo dei sottosegretari di Forza Italia. Ci si attendono le dimissioni, ma per ora solo Gianfranco Miccichè ha lasciato l’esecutivo.

Ti potrebbero interessare anche:

No al dialogo con il Pd? La base dei grillini protesta sul Web
Il flop elettorale allarma il Cav, la gente non ci segue più. E' ora di cambiare
Il Napoli torna grande, per la Juve è crisi vera
STAGIONE AL VIA/ A Livigno (Sondrio) da questo week end si scia
Arresti eccellenti a Civitavecchia, l'ex assessore De Francesco e l'ex sindaco Moscherini
Emergenza incendi (dolosi?) nel Palermitano, evacuate abitazioni, hotel e scuole



wordpress stat