| categoria: economia

Vino: aziende Friuli Venezia Giulia in Azerbaijan e Kazakhstan

Una decina di aziende vitivinicole della regione Friuli Venezia Giulia è da oggi a Baku, in Azerbaijan, prima tappa della missione economica guidata dal presidente Unioncamere Friuli Venezia Giulia, Giovanni Da Pozzo, che toccherà poi anche il Kazakhstan. «Due nuove mete inserite -spiega il presidente- da quest’anno nel programma di internazionalizzazione del sistema camerale regionale, anche grazie al progetto ‘Fvg vs global competition’, cofinanziato dalla Regione; mercati che presentano opportunità di crescita davvero significative e in cui il vino diventa ideale testa di ponte per la promozione dell’intera economia regionale». Il programma della missione prevede incontri di netwrorking per le imprese regionali con realtà locali del settore, nonchè conferenze stampa di presentazione del comparto vinicolo e dell’economia e meeting istituzionali. Tutta l’organizzazione si avvale della collaborazione degli uffici Ice e del sistema Italia nei due Paesi, alla presenza delle autorità italiane, azere e kazache, dall’ambasciatore italiano a Baku Giampaolo Cutillo ad autorità del ministero dell’Agricoltura a Baku, degli Esteri ad Almaty, nonchè delle locali rappresentanze delle categorie economiche. I workshop aperti saranno seguiti anche da degustazioni, indirizzate a un target pre-selezionato di tipo commerciale. In Azerbaijan le produzioni di vino sono concentrate intorno a Ganja, Qazakh e Shirvan, Gabala (dove producono il famoso Shavalan). In Kazakhstan, invece, si concentrano sugli altipiani di circa 1.000 metri, ai fianchi delle montagne cino-kazake. Il Kazakhstan è interessante per il suo mercato interno (80% del vino commercializzato è importato) e per il suo rapporto privilegiato con la Russia. L’Azerbaijan, invece, con il suo incremento annuo del pil del 40%, porta molti a scommettere che sarà la nuova Dubai per i consumi di prodotti di lusso, dove il vino diventa imprescindibile. Per l’Azerbaigjan, i prodotti alimentari-bevande esportati dal Friuli Venezia Giulia ammontano, nel 2012, a 161mila euro e pesano per l’1,57% del totale delle esportazioni in quel Paese (sono aumentati del 41% rispetto al 2011 e del +67% rispetto al 2010). Per il Kazakistan ammontano a 101mila euro nel 2012 e pesano per l’1,08% del totale esportazioni in quel Paese, con un lieve calo rispetto al 2011. Le aziende presenti in missione sono: Cantarutti Alfieri, Castello di Buttrio, Castello di Spessa, Colutta, Genagricola, Tenuta Luisa, Ermacora, Il Carpino e Livon.

Ti potrebbero interessare anche:

Bce: ripresa partirà durante il 2013, seppure a ritmo moderato
Fisco: arriva nuovo redditometro, solo su dati certi
CRISI/ I più colpiti sono i giovani: il reddito degli anziani regge meglio
FonSai, processo bis: 1500 richieste di parte civile
Confindustria, legare i salari ai risultati aziendali
Alitalia, Montezemolo lascia la presidenza ma resta in cda



wordpress stat