| categoria: politica, Senza categoria

IL PUNTO/ Porcellum incostituzionale, spinta verso elezioni al più presto

Il meno che si possa dire è che il “sistema Italia”, se si guarda alla politica, non è nemmeno da “Terzo mondo”, è molto peggio. La pronuncia con la quale la Consulta ha evidenziato oggi l’incostituzionalità del “Porcellum” mette a nudo una realtà che è decisamente demoralizzante. Essendo la legge incostituzionale, tutte i parlamentare che con questa legge elettorale sono entrati in parlamento possono essere considerati in qualche sorta degli “abusivi” e i loro atti incostituzionali. Difficile capire a caldo se ci saranno ricorsi (se accettabili sarebbero valanghe…). Un problema non da poco ma che, per non fare affondare definitivamente il paese nel ridicolo e nella vergogna, conviene lasciare da parte, anche perché prima di ogni altra cosa bisogna aspettare le motivazioni. Queste saranno pubblicate nelle prossime settimane (si parla di gennaio) sulla Gazzetta Ufficiale. E solo allora la sentenza della Cassazione diventerà operativa. Il problema, a quel punto, sarà che cosa fare per il futuro. Se il passato può essere almeno momentaneamente accantonato, così non si potrà fare per il futuro. Ora che si sa che il Porcellum è incostituzionale, e che l’attuale parlamento è stato eletto con una legge incostituzionale, ogni suo atto potrebbe essere impugnato. La sentenza è insomma una bomba ad orologeria destinato a innescare un terremoto politico-istituzionale . E una delle ipotesi è che si torni a votare al più presto con una nuova legge elettorale.
Carlo Rebecchi

Ti potrebbero interessare anche:

Medici Bersani: Nessun danno neurologico. La moglie: “E’ il marito che ho sempre avuto”
Scontro Pd sulle riforme, i 22 non mollano e Renzi alza la voce
ROMA-LATINA/ Il 27 febbraio l'apertura delle buste con le offerte per la gara
Protezione Civile, altri finanziamenti a pioggia, senza bandi e criteri certi?
M'illumino di meno, il Quirinale spegne le luci per mezz'ora, al buio per un'ora la cupola di S.Piet...
DI PIETRO, IO IN MDP? NO, MA CENTROSINISTRA RITROVI UNITARIETÀ



wordpress stat