| categoria: Roma e Lazio

“A Natale Botteghiamo” per valorizzare gli antichi mestieri

«Una bellissima passeggiata nel centro storico, che permette di conoscere da vicino gli artigiani e le botteghe di Roma, per innamorarsi della loro esperienza e acquistare regali di Natale artigianali». E’ il commento di Lorenzo Tagliavanti, Direttore del Cna di Roma e vicepresidente della Camera di Commercio alla rassegna “A Natale Botteghiamo”, ideata da Abcproject con il patrocinio di Roma Capitale e del I municipio. Tra le novità di questa seconda edizione, il gemellaggio con la Maratona di Roma (il più grande evento sportivo agonistico d’Italia che accoglie nella capitale oltre 80mila visitatori provenienti da 85 nazioni) e Free Mobility (azienda operante nella mobilità alternativa sostenibile): partnership attive al fine di contribuire alla promozione e sostegno degli antichi mestieri. Diversi gli appuntamenti in cartellone, che ci terranno compagnia fino al 21 dicembre, un’opportunità per comprare regali artigianali da mettere sotto l’albero. «Invitiamo a fare pensieri natalizi nell’ambito della rassegna – ha detto Simona Basili, ideatrice del progetto Botteghiamo per Abcproject -. Nelle botteghe ci sarà un trattamento particolare riservato ai clienti. Non ci sono proprio scuse per non partecipare». Ma come è nata l’idea del progetto? «Siamo partiti con la mappatura dei rioni del centro storico Ponte, Parione e Regola – ha continuato la Basili – e abbiamo scelto i luoghi meno conosciuti, le botteghe meno conosciute o meno visibili perché non hanno un’insegna esterna. E’ il tesoro del nostro territorio, che ha bisogno di essere valorizzato. Gli artigiani sono uno spettacolo per il cuore e per l’anima e ognuno di loro ha una storia da raccontare. E’ un progetto che ha delle grandi ambizioni, potrebbe estendersi anche al di fuori della città, come già stiamo facendo, siamo attivi anche su Sorrento». Intanto, c’è grande attesa per la “Camminata non competitiva degli artigiani e botteghe storiche”, prevista per sabato 14 dicembre dove i visitatori, lungo i 3 chilometri del percorso, potranno interagire direttamente con i maestri artigiani passeggiando bottega per bottega. Saranno presenti anche i rappresentanti delle istituzioni e personaggi della cultura e dello spettacolo. «Dobbiamo contrastare un piccolo dramma – ha continuato Tagliavanti – rappresentato dalla chiusura delle botteghe storiche. Questo è grave perché cambia la natura del centro storico di Roma. Per tantissimi anni, è stata l’unica città con un numero rilevante di artigiani, anche a livello europeo. Era una peculiarità per il turista che approdava a Roma, vedeva le sue piazze, le sue chiese, ma anche le botteghe. Ora noi dobbiamo mantenere questa peculiarità; da una parte lottando contro l’aumento dei costi degli affitti, che rappresenta il vero motivo della crisi. Per questo lanciamo un appello alle istituzioni pubbliche e religiose, che hanno importanti patrimoni immobiliari nel centro, di calmierare i prezzi ai bottegai. Dall’altro lato, dobbiamo dare clientela agli artigiani, facendo apprezzare, anche alle giovani generazioni quanta qualità c’è in questa tradizione». Alessandra De Gaetano

Ti potrebbero interessare anche:

Nozze gay, il Tar del Lazio dice no alle trascrizioni
Sciopero sociale, disoccupati, precari e studenti in piazza. Venerdì di caos (e di tensione) a Roma
Litiga con la madre e minaccia di far esplodere il palazzo
MONTEVERDE/ "E adesso la Cri risarcisca la donna massacrata e chiuda la tendopoli"
Accordo As Roma-Uber, ma è rivolta taxi
Cde dal mattino ai supermercati. Raggi: «Ripristinare orari normali»



wordpress stat