| categoria: economia

Moody’s, allarme su assicurazioni:”Rischi da troppi acquisti di Btp”

Le compagnie assicurative italiane “presentano un notevole rischio di concentrazione in titoli sovrani e la qualità dei loro attivi è dipendente, in larga misura, dalla qualità del credito sovrano italiano”. E’ quanto scrive Moody’s in un rapporto rilevando come oltre il 50% degli attivi sia investito in emissioni di debito sovrano italiane.

L’agenzia di rating spiega come il deterioramento della qualità del credito sovrano dell’Italia (Baa2, negativo), avvenuto negli ultimi anni, abbia “comportato una riduzione significativa della qualità del portafoglio investimenti del settore”. Moody’s ricorda che “con oltre il 50% dei propri attivi investiti in emissioni di debito sovrano italiane, pari a circa 240 miliardi di euro al 30 settembre 2013, le società assicurative italiane presentano un notevole rischio di concentrazione in titoli sovrani e la qualità dei loro attivi è dipendente, in larga misura, dalla qualità del credito sovrano italiano”.

Nel rapporto, Moody’s spiega anche che il settore italiano del ramo danni continuerà a riportare risultati di forte redditività tecnica nel 2014 e resterà uno dei grandi mercati assicurativi più redditizi in Europa e dopo il picco di redditività nel 2013 si “prevede un leggero calo nel 2014, riconducibile all’intensificarsi della competizione nel mercato Rc auto e a una stabilizzazione nella frequenza sinistri”. Per il comparto vita invece le prospettive sono negative: “nei prossimi 18 mesi il basso tasso di risparmio e l’alto tasso di disoccupazione limiteranno le vendite e la redditività” del comparto.

Ti potrebbero interessare anche:

Moody's, la Bce non basta. L'Italia è vulnerabile e le riforme sono lente
Lunedì scioperano gli statali (della Cisl), disagi in scuola-sanità-servizi
Da olio a miele, Made in Italy razionato nel 2015
Mercato auto ancora su ad aprile: +7%. Ma la Fca cresce del doppio
VINO: PIÙ ABBONDANTE DEL 2017 LA VENDEMMIA DEI BIANCHI 2018
PETROLIO:MOSCA APRE A INTESA,IN CONTATTO CON USA E RIAD



wordpress stat