banner speciale sanremo 2020
| categoria: turismo

TOSCANA/ La riscoperta a piedi della Regione autentica, tre nuove tappe sulla via Francigena

Tre nuove tappe della Via Francigena sono state inaugurate questa mattina alla presenza del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e dell’assessore regionale alla cultura Cristina Scaletti. Rossi ha colto l’occasione per sottolineare l’enorme valore promozionale che la riscoperta degli itinerari storici, alternativi ai grandi flussi turistici, può rappresentare oggi. Rossi ha inoltre pubblicato sul suo profilo Facebook un post in cui, partendo dall’iniziativa, propone una riscoperta del ‘camminarè, sia come metodo più autentico di conoscenza dei territori, sia come risorsa contro l’ingolfamento delle città. Le tre nuove tappe del percorso della via Francigena sono: Altopascio-San Miniato, San Miniato-Gambassi e Gambassi-San Gimignano. «La Toscana è la prima regione che concluderà nella primavera del 2014 la realizzazione della via Francigena con un percorso che, completato, sarà superiore a 400 chilometri. Sono particolarmente orgoglioso di questa iniziativa, decisa in questa legislatura regionale e sulla qualche abbiamo investito ben 16 milioni. Essa infatti – ha detto Rossi – consentirà di scoprire luoghi e paesi della Toscana lontani e diversi dalle grandi città d’arte, ma altrettanto belli per il paesaggio e per la presenza di beni storici, artistici e culturali. È la Toscana più vera, quella meno da cartolina, ma più inscritta nel cuore di tutti noi». «Sarà anche lavoro per chi darà ospitalità, per le guide turistiche e per chi semplicemente si metterà ad offrire accoglienza ai pellegrini. Insomma, dal passato un nuovo asse di sviluppo consapevole per la Toscana», ha affermato Rossi, citando poi Adriano Labbucci in «Camminare, una rivoluzione»: «Non c’è nulla di più sovversivo, di più alterativo al modo di pensare oggi dominante. Camminare è una modalità del pensiero. È un pensiero pratico. È un triplo movimento: non farci mettere fretta; accogliere il mondo; non dimenticaci di noi, strada facendo».

Ti potrebbero interessare anche:

Caltabellotta, alla ricerca della Sicilia più nascosta
VENEZIA/ Isola Poveglia come Budelli, va asta
A Genova l'acquario lancia iniziative speciali per conoscere gli animali
Montalbano Elicona è il borgo più bello d'Italia
Fuochi d’artificio a Capodanno, dopo Cortina anche Sestriere li vieta
Viaggi di nozze: il Giappone una meta sempre più apprezzata



wordpress stat