| categoria: politica

Cuperlo: “Non farò il presidente”. D’Alema: “Resterò fuori, ora avanti altra generazione”

“La battaglia politica si fa quando c’è il congresso. Ognuno è libero di esprimere la sua opinione ma non io non parteciperò ad una dialettica legittima che ora ha altri protagonisti di un’altra generazione”. E’ un Massimo D’Alema amareggiato quello che parla all’Ansa, dopo la debacle del risultato delle primare. Spiega che, dopo la fine del congresso, non sarà il capo della minoranza del Pd. E poi aggiunge, sul suo rapporto con Cuperlo: “Non ho il compito di dargli direttive. Ho fatto una battaglia congressuale a suo sostegno perché lo ritenevo il migliore candidato possibile, prendo atto del risultato. Ma non ho intenzione di animare correnti”.

“Sarebbe ridicolo da parte mia – insiste l’ex presidente del Consiglio – avere il compito di dare a Cuperlo direttive o imporre divieti. Su questa vicenda non ho espresso neppure pareri, Cuperlo è passato a trovarmi ieri sera dopo aver incontrato Renzi e non prima, come impropriamente scritto. D’Alema spiega quindi che, dopo il congresso, si occuperà di altre cose, “presiedo una fondazione culturale e lunedì partirò per Teheran per parlare degli impegni Ue e non degli assetti del Pd”.

Intanto lo sconfitto Cuperlo dice no alla presidenza e dopo aver riunito i parlamentari che hanno sostenuto la sua candidatura alle primarie assicura che manterrà la guida dell’area che a lui ha fatto riferimento, senza ricoprire incarichi nella guida del partito guidato da Matteo Renzi. Cuperlo, spiegano fonti presenti all’incontro, non presiederà l’assemblea del Pd, ipotesi circolata nelle ultime ore, perché proverà a costruire una proposta politica organica fondata sulle idee presentate agli elettori.

Il rifiuto di Cuperlo ha riaperto il balletto dei nomi per la presidenza. Tra questi, anche quello di Alfredo Reichlin, storico protagonista della sinistra italiana. La componente dei ‘giovani turchi’ avrebbe preferito una più fattiva partecipazione al nuovo corso Pd, ma Cuperlo ha spiegato che questo avrebbe significato indebolire lo sforzo di partecipare alla vita del partito con le proprie idee

Ti potrebbero interessare anche:

Grillo: "Con questi non ci mescoleremo mai"
Capuozzo all'Antimafia: "Ho chiesto a Fico l'espulsione del consigliere M5s De Robbio"
Unioni Civili, voto domani sera. Possibile ok senza sostegno di Ala
Renzi: "Il Pd avrà un alleato di centro, uno di sinistra"
Manovra: Bruxelles pronta a una nuova bocciatura
Tav, lo scontro tra Salvini e Di Maio blocca i cantieri fino alle europee



wordpress stat