| categoria: Roma e Lazio

IMPRESE/ Dalla Regione 31 milioni per le start-up

Tra la fine del 2013 e i primi mesi del 2014 la Regione Lazio stanzierà complessivamente 31 milioni di euro per sostenere la nascita di 500 nuove imprese innovative in 5 anni attraverso il finanziamento di 3 nuovi bandi e il potenziamento di 2 bandi già esistenti rivolti alle imprese e ai giovani talenti. Questo grazie al programma «Startup Lazio!» con l’obiettivo di promuovere nel Lazio «un ambiente favorevole alla nascita e allo sviluppo delle nuove imprese innovative, sostenere la crescita delle aziende e i giovani talenti, valorizzare i processi di trasferimento tecnologico come strumenti di innalzamento della competitività del sistema produttivo». Il programma verrà portato avanti attraverso cinque punti: più risorse finanziarie per sostenere lo sviluppo di una nuova imprenditorialità, più spazi per estendere e rilanciare la rete di incubatori di impresa di Bic, più servizi per la diffusione di strumenti di supporto alle startup, più sinergie per rafforzare il coordinamento fra la Regione e i diversi attori del sistema economico, più cultura imprenditoriale per promuovere la diffusione di conoscenze per la creazione di imprese innovative. A presentare le linee guida del programma il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, insieme all’assessore allo Sviluppo economico e Attività produttive, Guido Fabiani, presso Luiss EnLabs – Stazione Termini. Tre, quindi, i nuovi bandi: «Fondo per le startup innovative» (10 milioni di euro), «Ict per tutti» (10 milioni di euro), «Creativi digitali» (4 milioni). Il fondo per le starup innovative è un bando rivolto alle imprese innovative costituite da non più di 48 mesi per la copertura delle spese di avvio della nuova attività imprenditoriale che consentirà di ottenere un finanziamento di 5 anni a tasso di interesse agevolato. Ict per tutti è un bando rivolto, invece, alle imprese già esistenti per incentivare l’adozione di nuove strumentazioni e metodologie Ict (Information and Communication Technologies). Il bando Creativi digitali è rivolto ai giovani talenti under 35 e alle Pmi del Lazio per progetti su produzione audiovisiva, piattaforme web, performing media per la cultura, editoria digitale. Il bando è strutturato in quattro tranche pubblicate tra gennaio e aprile 2014: Progetto Zero (400mila euro) per promuovere lo startup di progetti audiovisivi proposti finanziando i costi di realizzazione di un «numero zero» o prodotto pilota; Bando App On (2 milioni di euro) per promuovere la progettazione e lo sviluppo di piattaforme e appicativi per smartphone e tablet; Cultura Futura (800mila euro) per promuovere la progettazione e lo sviluppo di applicativi e software finalizzati alla valorizzazione e alla fruizione innovativa del territorio e dei servizi culturali; New Book-Editoria Digitale (800mila euro) per la valorizzazione dei cataloghi delle case editrici e la creazione di prodotti con contenuti innovativi. Infine, sono state finanziate due misure già previste nell’ambito del Por Fesr: 4 milioni per la dotazione del fondo Venture Capital di Filas, 3 milioni per il fondo a sostegno degli Spin Off e delle Start Up costituiti da giovani laureati in discipline scientifiche.

Ti potrebbero interessare anche:

Porta Pia, continua presidio movimenti. Tendopoli fino a martedì, deviato traffico
FOTONOTIZIA/ E' questa è la politica sui rom del sindaco Marino?
Unioni Civili? Per il Vicariato è un bluff ideologico
Ordinanza anti-alcol solo sulla carta. In Centro birra a fiumi per i tedeschi del Bayer
Regione, anticorruzione senza tutela
VITALIZI: EX CONSIGLIERI LAZIO, INAPPLICABILE IN REGIONE DELIBERA CAMERA



wordpress stat