| categoria: Roma e Lazio

NATALE/ La nuova piazza Navona, banchi ad hoc e merce legale

«Gli operatori hanno tutti lo stesso banco, il banco verde. Non ci sono occupazioni di suolo pubblico maggiori di quelle concesse e c’è il rispetto delle merci autorizzate, con molti più presepi in piazza». Queste le novità del 2013 per lo storico mercatino di Piazza Navona ‘La festa della Befanà, illustrate in una conferenza stampa dalla presidente del I municipio, Sabrina Alfonsi, che ha siglato un protocollo ad hoc con gli operatori. «Fino allo scorso anno – ha ricordato Alfonsi – si occupava in genere il 30% in più dello spazio concesso. Quest’anno abbiamo superato questa situazione e rilasciato un titolo ad ognuno degli operatori, recuperando al contempo 20 mila euro in più di occupazione del suolo pubblico. Questi passi in avanti sono il segno della nostra visione del centro storico: più decoro, più turismo, più tradizione. In sei mesi abbiamo raggiunto questo protocollo ma il vero cambiamento si avrà l’anno prossimo: già da gennaio scriveremo il bando che ridisegnerà Piazza Navona». Soddisfatti anche i diversi rappresentanti delle associazioni di categoria e operatori, seduti stamani al tavolo con la Alfonsi. Il presidente della Confesercenti di Roma, Valter Giammaria, ha proposto di «indire un premio internazionale per rilanciare ed abbellire Piazza Navona». Inoltre, ha annunciato: «Vorremmo donare tremila calze della Befana ai bambini più bisognosi del territorio, secondo le indicazioni della presidente del municipio. Vogliamo fare della Befana una festa internazionale». Il vicepresidente dell’Upvad Confcommercio, Mario Tredicine, ha affermato: «Quest’anno finalmente la presidente Alfonsi ha messo fine ad un problema, rendendo i banchi tutti uguali. Tutti gli operatori si attengono alle indicazioni del protocollo. È un avvio in senso positivo. Piazza Navona ha cambiato look e deve tornare alla tradizione». L’assessore al Commercio del I municipio, Jacopo Emiliani, ha sottolineato che «Piazza Navona era uno degli obiettivi di questa amministrazione: ridare un minimo di decoro e storia alla piazza. Per me era un dispiacere vedere la piazza in quel modo. Tutti gli operatori si stanno attenendo al protocollo, forse è l’amministrazione ad essere un pò in difetto, perchè la piazza doveva essere completamente sgomberata dagli abusivi. Comunque, oggi mi godo un risultato non scontato». Il minisindaco Alfonsi ha detto che «tra i temi forti della città ci sono la legalità e il decoro. Questo coinvolge tutti, anche la polizia municipale, che in questo momento non è in buoni rapporti con l’amministrazione. Anche loro si debbono sentire coinvolti, altrimenti, senza una grande alleanza, questa città non cambia».

Ti potrebbero interessare anche:

RIFIUTI/ Malagrotta ultimo atto, per Falcognana non c'è l'ok?
VITERBO/Casa di riposo degli orrori, anziani presi a calci e schiaffi: due arresti
Pirozzi, sindaco di Amatrice:«Io candidato alle regionali? Ci sto riflettendo»
Bancarelle, operazione delocalizzazione
IMPRESE: REGIONE LAZIO, PRESENTATA NUOVA EDIZIONE BANDO FONDO CREATIVITA'
Raid in un bar a Roma, Casamonica condannato a 7 anni



wordpress stat