| categoria: spettacoli & gossip

Roberto Bolle indimenticabile in Notre-Dame de Paris

Roberto Bolle in Notre Dame de ParisIl 16, 17 e 18 dicembre 2013 la drammaticità, la passione e il romanticismo arrivano trionfanti sul grande schermo con il Roberto Bolle di Notre-Dame de Paris, in oltre 150 sale italiane.

Grazie a Rai e Microcinema Distribuzione, il Balletto – rappresentato al Teatro alla Scala di Milano nel febbraio 2013, registrando il sold out nelle settimane in cui è andato in scena – diventa per l’occasione un film evento unico e imperdibile, mai visto prima, arricchito da un accurato lavoro di postproduzione ed edizione (riprese in HD e audio 5.1).

Il balletto è ispirato all’omonimo romanzo di Victor Hugo, per la coreografia di Roland Petit, le musiche di Maurice Jarre, le scene di René Allio e i costumi di Yves Saint-Laurent. In Notre-Dame de Paris danza, scene, costumi, musica, teatralità si integrano e completano fino a dare vita all’idea di spettacolo di Roland Petit. La bontà e la sensibilità di Quasimodo, il campanaro gobbo innamorato della dolce Esmeralda, sono interpretate da un Roberto Bolle superlativo. La perfetta espressività dei movimenti dell’etoile del Teatro alla Scala trasmette al suo pubblico tutto il dolore e la tenerezza di un uomo rapito da un amore quasi impossibile.

”La sfida è tirare fuori la bellezza interiore” questa la dichiarazione di Bolle, chiamato a fare proprie le deformazioni fisiche del gobbo per il Notre-Dame de Paris di Roland Petit. Sul palcoscenico insieme a Bolle, Natalia Osipova, prima ballerina del Teatro Mikhailovskij e dell’American Ballet Theatre, e i primi ballerini Mick Zeni (Frollo) e Eris Nezha (Phoebus).

Ti potrebbero interessare anche:

Noa in concerto a Lamezia Terme dedicato alle donne vittime di violenza (Video)
Il libro di Saviano nel covo di El Chapo. Lo scrittore: sono stordito
l'Isola dei famosi parte e raddoppia, playa desnuda e zattera
I 90 anni di Dario Fo. Il giullare che riuscì a conquistare il premio Nobel
SANREMO"/ Ultimo vince tra i giovani
Si chiude il Mia, oltre 3mila presenze e 1800 accreditati



wordpress stat