| categoria: Senza categoria, turismo

NAPOLI/A Natale Maschio Angioino aperto il 25 e planimetria per strade presepi

I numeri parlano di una presenza capillare in tutta la città: oltre 60 fiere, 2mila operatori impegnati, 27 i quartieri coinvolti. Nel programma spicca il Concerto di Natale che si terrà il 25 dicembre alle ore 21 nella Chiesa di San Francesco delle Monache, in Via Santa Chiara, con la ‘Cantata dei pastori’ nella rilettura di Roberto De Simone, a cura del Centro culturale Domus Ars. In occasione delle festività natalizie sono previste inoltre aperture straordinarie per alcuni musei e siti archeologici di Napoli. Il Parco archeologico Pausilypon e la Grotta di Seiano, oltre al consueto orario feriale, osserveranno l’apertura tutti i giorni festivi del mese di dicembre dalle 9 alle 13. Il Maschio Angioino, inoltre, sarà aperto al pubblico la mattina il 22 e il 25 dicembre, solo cortile e gli spazi adiacenti, e il 26 dicembre. La Soprintendenza speciale per i Beni archeologici di Napoli e Pompei ha stabilito delle aperture straordinarie per il Complesso monumentale di Carminiello ai Mannesi e per il Teatro Romano di Neapolis. Nell’area, localizzata nel centro storico di Napoli all’incrocio fra Via Carminiello ai Mannesi e Via Duomo, ricade un isolato dell’antica Neapolis con annessi ambienti termali, collocabile cronologicamente fra la fine del I sec. a.C. ed il II sec. d.C. Le strutture a carattere monumentale ed articolate su più livelli sono venute in luce a seguito dei bombardamenti dell’ultimo conflitto bellico e sono fra le poche visibili a cielo aperto nell’ambito del centro storico di Napoli. Le visite guidate saranno a cura del Gruppo archeologico napoletano, venerdì 20 dicembre e venerdì 3 gennaio 2014 dalle 10 alle 13. Il Servizio Programma Unesco e valorizzazione della città storica, la Società Samoa Restauri e la Società Apoikia apriranno infine il cantiere di scavo e restauro del Teatro romano di Neapolis. Il monumento, localizzato fra Via Anticaglia, Via San Paolo ai Tribunali e Vico Cinquesanti, è inglobato nell’edilizia della parte più antica del centrostorico di Napoli. Sarà possibile visitarlo venerdì 20 dicembre dalle ore 10 alle 13.

Ti potrebbero interessare anche:

Peculato e corruzione, ai domiciliari l'ex sindaco di Parma Vignali
Palazzo Chigi: ripristineremo i fondi per il Comitato Paralimpico
Marino scivola anche sui rom. Quei campi non chiudono, si bonificano
Maroni, anche sulla cura dell'ictus la Lombardia è un modello da seguire
RAPPORTO CENSIS/ l'Italia non investe più e si aggrappa al risparmio
Se crolla il Campidoglio



wordpress stat