| categoria: gusto

Natale: boom estero spumanti, +8% consegne oltreconfine

Tra Natale e Capodanno salteranno in aria nel BelPaese 72 milioni di tappi di spumanti, per un valore di 450 milioni di euro, con consumi ancora in calo (-3% sul 2012). Il brindisi con le bollicine tricolori corre invece all’estero e raddoppia il valore sui consumi nazionali, raggiungendo 900 milioni di euro e +8% di consegne (con picchi del +20% in alcuni Paesi emergenti). Lo afferma all’Ansa Giampietro Comolli, a capo dell’Osservatorio economico italiano dei vini (Ovse), sottolineando che tra i consumi nazionali si prevede ancora una frenata per lo champagne (-300mila bottiglie), a meno di 2,6 milioni, e una ripresina per il Cava (+50mila bottiglie).

In cinque anni – prosegue Comolli – la riduzione dei brindisi nazionali di fine anno ha toccato l’11%, dal record di 81 milioni di bottiglie del 2009. Quest’anno il calo dei consumi è comunque contento di un punto percentuale rispetto al declino segnato nel 2012. “Crescono i consumi del lowest price a scapito dei prodotti intermedi – commenta Comolli – Nella Gdo le vendite promozionali si susseguono, anticipano le occasioni di consumo, durano di più”. A dicembre, il valore al consumo interno di una bottiglia fa registrare un calo intorno al 3-4%; viceversa nel mondo il valore al consumo è cresciuto mediamente dell’ 11-15

Ti potrebbero interessare anche:

VINO/Wine-Searcher stila la classifica degli italiani più preziosi
Trenta artigiani svelano segreti Panettone e Pandoro
Amaro del Capo, Sambuca, grappa Sibona top superalcolici nel mondo
Gelato, le tendenze dell'estate 2017. Naturale, artigianale e...nero
Al via a Parma il 7 maggio l'edizione numero 19 di Cibus
Orvieto, l'Officina del gelato si rinnova. E la qualità è la stessa



wordpress stat