| categoria: sanità Lazio

Santori: ‘Dove sono finiti i 467mila euro per l’ampliamento del pronto soccorso?’

Fabrizio Santori consigliere comune di Roma

“Sui pronto soccorso della Capitale serve una rivoluzione che l’immobilismo di Zingaretti non è in grado di garantire. Ho già avuto modo di visitare i pronto soccorso del policlinico Tor Vergata, del Sant’Eugenio e del San Camillo e denunciare lo scandaloso stato in cui si trovano i pazienti che non vedono rispettata la propria dignità e strutture che non sono in grado di garantire un servizio di qualità accettabile. Per questo comunico la mia vicinanza agli infermieri e ai medici e aderirò alla manifestazione indetta per domani”, così dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio e componente della commissione Salute, annunciando la propria adesione alla manifestazione indetta dai sindacati Nursind Inferimieri e Anaoo Medici prevista per domani venerdì 20 dicembre dalle 9 alle 14 alla Piastra del San Camillo. “Un esempio lampante è costituito dal Pronto Soccorso del San Camillo sul quale chiederò un’inchiesta rispetto ai 467.000 € stanziati con delibera di giunta regionale n.322 nel luglio del 2012 per l’ampliamento del Pronto Soccorso Dea. Ad oggi, tra rimpalli di competenze e lassismi vari, è scandaloso che la Regione Lazio si sia limitata ad inviare delle letterine senza essere mai intervenuta concretamente per migliorare una condizione di criticità che non riesce a contenere in maniera adeguata l’afflusso dei pazienti e dei loro accompagnatori” conclude la nota.

Ti potrebbero interessare anche:

Aids/ I dati del 'CeIS' di Don Picchi: l'80% dei nuovi casi è legato a rapporti non protetti
Violenza sulle donne, ai pronto soccorso arriva il "codice rosa"
Un tweet tradisce Zingaretti, ennesima "fuga"dalla Commissione Sanità
Mattarella inaugura Terapia intensiva pediatrica all'Umberto I
Farmacap, la Giunta Raggi brancola nel buio
FONDAZIONE S.LUCIA IRCCS/ "A rischio le cure di alta specialità ai pazienti"



wordpress stat