| categoria: Cultura

A 50 anni dalla morte esce un inedito di Tzara, padre del Dadaismo

A 50 anni esatti dalla morte di Tristan Tzara, tra i fondatori del dadaismo – nato a Moineşti, in Romania, nel 1896 e scomparso a Parigi il 25 dicembre 1963 – esce per Castelvecchi un suo testo inedito in Italia, «Con totale abnegazione». Si tratta di conferenza tenuta alla Sorbona nel 1947, con Andrè Breton in sala: Tzara s’interroga sul rapporto tra poesia e rivoluzione, ossia sulla possibilità di giungere a una forma di organizzazione sociale che sia finalmente consona alle necessità dell’essere umano. L’arte non può che lavorare a questo fine e, tuttavia, l’artista deve superare le contrapposizioni tra azione e sogno. Tzara elabora una riflessione storica in cui richiama il razionalismo cartesiano, gli ideali dell’Illuminismo, Hegel e Marx, la Rivoluzione francese, Baudelaire e Rimbaud e molto altro. Soprattutto, torna sulle ragioni di Dada, sulla sua forza destabilizzante e denuncia il fallimento del Surrealismo nel raccogliere quello slancio emancipatore. Pubblicato nel 1948, il libro riprende il discorso parigino ‘Le surrèalisme et l’après-guerrè, arricchendolo con una serie di postille, scritti brevi e folgoranti tra cui spicca La dialettica della poesia, testo presentato a Bucarest nel dicembre 1946. Con totale abnegazione contribuisce ad approfondire le avanguardie artistiche del XX secolo.

Ti potrebbero interessare anche:

MOSTRE/ Gli appuntamenti al Macro di Testaccio (Museo d'Arte Contemporanea di Roma)
Addio al prof. Tambiah, insignito del premio Balzan 1997
MOSTRE/ Veronese, meraviglia visionaria in cento capolavori
Mostre: Mantegna e Carracci, confronto artisti su tema sacro
Musei Vaticani 'aperti a tutti' con nuovo portale web
MOSTRE: FIRENZE, OMAGGIO A CANALETTO A PALAZZO PITTI



wordpress stat