| categoria: editoriale

“Spegni il presidente”, che idea geniale…

Spegni il presidente, boicotta il discorso televisivo di fine anno di Re Giorgio. Che idea geniale. Improbabile alleanza grillini-berluscones per una iniziativa che ha il sapore delle provocazioni radicali del secolo scorso. Il nemico è Napolitano, con tutto quel che rappresenta. E’ l’asse di equilibrio della politica, il governo annega nel caos ed è disperatamente aggrappato al Colle. Ma tutto quel che fa e che dice Napolitano è giusto, corretto, in linea? C’è chi la pensa diversamente e lancia una iniziativa perlomeno bizzarra, ma sicuramente originale. La democrazia del telecomando, spegnere il discorso del presidente, limitare l’impatto delle sue inevitabili raccomandazioni. E’ intervenuto anche oggi Re Giorgio, per ricordare di aver appena bocciato il premier Letta e per mandare moniti, avveertimenti, diktat. E allora l’obiettivo è lui. Una protesta velleitaria, un boicottaggio che ha un sapore romantico. Chissà se Napolitano farà finta di niente.

Ti potrebbero interessare anche:

Un golpe bianco per salvare il Paese
Il complotto della bufala
Prima l'emozione, il dolore, poi il raziocinio. I migranti vanno fermati prima
Cencelli in salsa renziana. Un governo da brividi
L’incostituzionalità dell’Italicum
Grillo ha fallito. Destra-sinistra, si torna all'antico



wordpress stat