| categoria: salute

USA/Rischi ictus più alti di un terzo tra gli ansiosi

Chi soffre di ansia cronica e intensa può correre rischi di avere un ictus cerebrale sino ad un terzo più alti di chi vive la vita con calma: la cattiva notizia viene da uno studio di lungo termine su oltre 6.000 volontari tra i 25 ed i 74 anni di età. Condotta all’università di Pittsburgh dagli anni ’70, la ricerca ha seguito la salute, l’ansia e l’incidenza di ictus tra i partecipanti per più di trent’anni. Pubblicato sulla rivista scientifica ‘Stroke’, il rapporto spiega che il livello di ansia risulta direttamente correlato all’aumento dei pericoli di ictus. Il 33% dei volontari con il tasso di ansia giudicato più intenso ha evidenziato un aumento dei rischi di ictus di un terzo in più rispetto a chi risultava nella categoria dei meno ansiosi. Gli autori della ricerca sottolineano che l’ansia di per sè può condurre a comportamenti errati dal punto di vista della salute come il fumo e a problemi cardiovascolari.

Ti potrebbero interessare anche:

Cantanti e sportivi vivono meno dei politici
Curare l'alcolismo con anti-diabetici, studi promettenti
La puzza di uova marce fa bene alla salute
La città che scotta, il pericolo che non vedi
Un po' di caffè in gravidanza non danneggia l'intelligenza del bimbo
Malattie gengive confuse con mal di testa, ignorate da 1 su 4



wordpress stat