| categoria: attualità

Ansia per Schumacher, operato d’urgenza: è in coma

Aveva ragione chi, come Rmc, dopo l’incidente sciistico di Michael Schumacher a Meribel, sulle cui nevi il pluricampione di F1 si trovava con il figlio, aveva parlato quasi dal primo momento di condizioni gravi. Di ufficiale si era saputo che, cadendo, l’ex pilota aveva battuto la testa su una roccia, e la portavoce Sabine Kehm, che non era con ‘Schumì, aveva specificato che «Michael portava il casco, ora i medici si stanno occupando di lui con professionalità. Vi chiediamo di comprendere che non possiamo fornire in continuazione informazioni sul suo stato di salute». A fare chiarezza sulla ridda di voci inseguitesi per tutta la giornata è arrivato in tarda serata il comunicato diffuso dal centro ospedaliero universitario (Chu) di Grenoble, dove nel frattempo l’ex ferrarista era stato ricoverato, dopo il trasporto in elicottero, proveniente dalla struttura di Moutiers, in Savoia: «è in condizioni critiche». «Al suo arrivo qui soffriva di un trauma cranico grave, con coma – aggiungeva la nota – e per questo si è reso immediatamente necessario un intervento neurochirurgico. Le sue condizioni rimangono critiche». Il comunicato, che precisava anche nelle «12,40 locali» l’ora del ricovero dell’ex ferrarista, è stato firmato dal professor Chabardes, neurochirurgo dell’ospedale, dal professor Payen, capo della squadra di anestesia e rianimazione della struttura, e dal direttore generale aggiunto dell’ospedale, Marc Penaud. È stato letto da un altro dirigente ospedaliero, Jean-Marc Grenier, che ha specificato come fosse stato redatto con il consenso dei familiari dell’ex pilota. Nel centro Chu di Grenoble si trovano anche la moglie e i figli di Schumacher, e secondo Rmc sarebbe arrivato anche il professor Gerard Saillant, un luminare amico del tedesco, e che lo operò nel 1999 dopo l’incidente di Silverstone. Schumacher stava sciando fuori pista, in compagnia di altre persone e in particolare, secondo i media locali e quelli tedeschi, del figlio Mick di 14 anni. Dopo la caduta era stato immediatamente soccorso, e secondo il direttore della stazione di Meribel, Christophe Gernigon-Lecomte, era anche cosciente «anche se un pò agitato». In dieci minuti era stato «evacuato» con un elicottero dei soccorsi aerei francesi, ma viste le sue condizioni si era ritenuto opportuno spostarlo ancora, verso Grenoble. Intanto mentre al 44enne ‘Schumì arrivano, tramite i social network, messaggi di solidarietà e auguri da tanti ex colleghi, come Massa, Grosjean, e Brundle, mentre Olivier Panis, che vive proprio a Grenoble, è accorso sul posto. Nei pressi dell’ospedale si è già radunata una folla di persone in attesa di notizie. Ma per averne altre, perlomeno quelle ufficiali sotto forma di bollettino medico, è probabile che si debbano attendere le prime ore di domani.

Ti potrebbero interessare anche:

India, donna si butta dal treno per sfuggire allo stupro
'Ndrangheta, arresti e sequestro beni per 30 milioni
MAFIA/Riina intercettato, incontrai Andreotti ma niente bacio
BARCELLONA: AMICA DRISS, MI CHIESE DI CONVERTIRMI ALL'ISLAM
MUSUMECI,CAUTO OTTIMISMO.MA NIENTE CERTEZZE
Migranti, Conte alza la voce: nessuno sbarco? Manderò un aereo



wordpress stat