| categoria: Dall'interno

Anziani e disabili maltrattati e al freddo in una casa di riposo

Anziani e disabili psichici rinchiusi in una mansarda al freddo e senza assistenza. Con questa accusa cinque persone sono state arrestate dai carabinieri dei Nas, coordinati dalla procura di Santa Maria Capua Vetere. I militari durante un controllo hanno scoperto infatti 26 persone, uomini e donne tra i 45 e gli 85 anni, alloggiate in condizioni precarie all’interno di una casa di riposo di Castel Volturno, in provincia di Caserta.

I militari del Nas hanno segnalato che almeno 26 persone, alcune delle quali con problemi psichici, erano alloggiate in condizioni precarie, nonostante i loro familiari, o in qualche caso essi stessi, versassero alla struttura una retta di circa 700 euro mensili.

Sei di loro, al momento dell’ispezione, si trovavano rinchiusi a chiave nei locali del piano mansarda. I sei degenti, di cui due mostravano, a giudizio dei militari intervenuti, evidenti segni di disabilita psichica, erano stati abbandonati a se stessi, in quel momento non erano assistiti. Pur trattandosi di uomini e donne, venivano lasciati dormire su delle brande, in ambienti senza riscaldamento, con le porte divisorie mancanti o danneggiate.

La situazione è stata immediatamente comunicata al Sostituto Procuratore di turno della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, che ha assunto la direzione delle successive fasi d’indagine. Considerato lo stato di effettiva privazione della libertà personale dei sei anziani, i Carabinieri del Nas hanno arrestato in flagranza di reato di sequestro di persona, maltrattamenti e abbandono di persone incapaci, il rappresentante legale della struttura residenziale, il titolare di fatto, il portiere dell’immobile, un’operatrice socio-assistenziale e un’inserviente che in quel momento si trovavano presso la casa di riposo.

L’intera struttura è stata sequestrata a causa delle gravi carenze igienico-sanitarie riscontrate, e affidata in custodia al Comune di Castel Volturno. I 26 ospiti permarranno temporaneamente presso la struttura in attesa di essere sottoposti a visita medica da parte dell’Asl di Caserta, per poi essere eventualmente trasferiti presso strutture socio-sanitarie idonee.

Ti potrebbero interessare anche:

'Ndrangheta, arrestato consigliere comunale Fi di Reggio Emilia. Maxi operazione, 160 arresti
Libia, in arrivo tremila migranti: soccorsi dal Canale di Sicilia
Pedofilia, obbligo di cura dopo il carcere: "sentenza pilota" del tribunale di Milano
SCHEDA/ Figli che uccidono i genitori: i casi choc
Ordine d'arresto per Giancarlo Tulliani. E Fini?
Frosinone, bloccata la gang dei furti in autostrada



wordpress stat