| categoria: Dall'interno

Terremoto in Campania, notte all’aperto per 20 frati francescani

Hanno trascorso la notte all’aperto accanto a un falò e muniti di coperte anche i venti frati francescani del convento di Santa Maria Occorrevole, santuario del ‘400 che domina Piedimonte Matese, uno dei comuni in cui è stato localizzato l’epicentro del sisma che ieri ha gettato nel panico vaste zone della Campania e del Molise. «Abbiamo pensato fosse finita – racconta il frate guardiano del convento, padre Antonio – mai fatta un’esperienza così forte, come se ci fosse una forza che comprimeva il convento». Il sisma ha colto i frati mentre celebravano messa all’interno della Cappella del ‘600: «c’erano – aggiunge padre Antonio – una sessantina di fedeli ed eravamo al momento del Gloria quando abbiamo sentito un boato e a quel punto abbiamo interrotto la funzione». Il santuario francescano ha riportato danni alle facciate e all’interno delle celle, interessate da lesioni piuttosto profonde, e al campanile da cui si sono staccate delle pietre. In giornata sono previsti sopralluoghi da parte dei tecnici della Protezione Civile. Saltata la messa del mattino, la funzione potrebbe essere regolarmente celebrata nel pomeriggio.

Ti potrebbero interessare anche:

L'Rc Auto costerà meno. Occasioni per donne e neopatentati
Emilia Romagna/ Coldiretti: 'Il 4 dicembre trattori in piazza per difendere il prosciutto'
Blitz contro i Casalesi, 24 arresti. 'Appalti truccati delle Asl di Caserta'
Alcol, giovani a rischio Binge Drinking
Vandali da Mauro Corona, scrittore li insegue con accetta
Scuola, sciopero maestre: domani lezioni a rischio per 3 milioni e mezzo di alunni



wordpress stat