| categoria: sanità

GB, allo studio un sistema a pagamento per immigrati e turisti

Immigrati e turisti stranieri potrebbero presto dover pagare per l’accesso ad alcuni servizi sanitari di base in Inghilterra, secondo una nuova proposta al vaglio del Governo. Prescrizioni mediche, piccoli interventi chirurgici, cure di emergenza e servizi ottici e dentali i settori in questione anche se, assicurano le autorità, i consulti con i medici di medicina generale e l’assistenza infermieristica resteranno gratuiti e nessuno sarà comunque allontanato dall’ospedale in caso di urgenza, riporta la Bbc news online. Il ministero della Salute inglese intende, con questa proposta, reprimere eventuali abusi del sistema sanitario universale e gratuito Gb e mettere un freno al turismo sanitario. Allo studio anche un nuovo sistema per l’identificazione e la registrazione dei pazienti per individuare quelli che dovranno pagare le nuove tariffe. I dettagli specifici su come sarà attuato il nuovo piano saranno illustrati a marzo 2014. Per il governo si tratta di una decisione che consentirà al National Health Sistem (Nhs) di recuperare risorse economiche e di incoraggiare a fare richiesta di assistenza solo coloro che ne hanno veramente bisogno. «Avere un servizio sanitario universale e gratuito ci ha fatto giustamente guadagnare l’invidia del mondo – ha sottolineato il ministro della Sanità, Lord Howe – ma dobbiamo assicurarci che il sistema sia giusto per i laboriosi contribuenti britannici che lo finanziano. Sappiamo di dover apportare modifiche al Nhs per identificare meglio e far pagare delle tariffe ai visitatori e agli immigrati. Introdurle nelle cure primarie è il primo passo per raggiungere questo obiettivo. Stiamo già studiando il da farsi e l’anno prossimo presenteremo un piano dettagliato per reprimere l’abuso del nostro sistema sanitario». (Bdc/Ct/Adnkronos) 30-DIC-13 19:03 NNN

Ti potrebbero interessare anche:

Assessore regionale (medico) esercita da privato, indagini Nas
ABRUZZO/ Intramoenia nelle strutture Asl, i sindacati: 'Rischiamo boomerang negativo'
FARMACI/ Pillola del giorno dopo, Associazione Coscioni: 'Si abolisca l'obbligo della ricetta'
EBOLA/ "Paziente 2" peggiora, nuovo farmaco sperimentale
Medici, concorsi a vuoto: nell'ultimo solo tre assunti su 81 posti disponibili in Veneto
Allarme medici e dentisti, in 15 anni 15mila in meno



wordpress stat