| categoria: politica

PD/ I Bersani Boys si difendono, ma sul bilancio è polemica

La lettera di Misiani, pubblicata anche su Facebook, non ha però stoppato le polemiche nel partito. In particolare è Pippo Civati a rilanciare una richiesta già avanzata tempo fa proprio nei confronti dell’ex tesoriere: «Chiediamo chiarezza su tutto il bilancio del Pd, non solo su quello nazionale, ma anche su quello decentrato, per capire come e dove sono spese le risorse e per avere un’analisi complessiva della situazione a tutti i livelli», scrive il deputato dem sul suo blog. «Abbiamo chiesto che tutte le fondazioni che gravitano intorno al Pd si attengano alle stesse regole di bilancio del partito, soprattutto quando riguardano personalità di primo piano (a cominciare dal segretario nazionale, per intenderci, perchè la trasparenza ci vuole dappertutto, non solo quando si parla di quello che fanno gli altri) -prosegue Civati-. Ovviamente, l’auspicio è che l’attuale situazione sia superata e che quantomeno dalle fondazioni si passi a qualcosa di molto più trasparente e di più rigoroso, con una scelta di uno strumento più consono allo Statuto del Pd e meno opaco». L’ex candidato alla segreteria chiede di evitare «demagogia» e, tra l’altro, di rivedere il meccanismo del finanziamento dei parlamentari Pd al partito «che consentirebbe di dimezzare il nostro compenso. E fossi stato segretario in Direzione l’ex tesoriere l’avrei voluto, per avere l’occasione di un confronto maturo e serio, come si conviene a un grande partito», conclude.

Ti potrebbero interessare anche:

Berlusconi, slitta il videomessaggio. Presentato ricorso in Cassazione contro la condanna
Sfida all'ultimo share per Renzi, Grillo e il Cavaliere. Domani tutti in tv
RAI/ Riforma e rinnovo vertici, al via anno cruciale
Mattarella negli Usa per una settimana, vedrà Obama
Legge elettorale: Rosatellum adottato come testo base
Berlusconi: 'C'è clima illiberale, anticamera della dittatura'. Ma Salvini lo gela



wordpress stat