| categoria: sanità

Insultata dagli animalisti, Caterina torna su Facebook per l’anno nuovo

«Buon giorno a tutti e buon anno! Mamma mia che buffo aprire Fb di nuovo e sentire i ‘tuttologì che conoscono meglio la mia vita di me stessa». È tornata visibile sul social network a Capodanno Caterina Simonsen, la 25enne padovana, studentessa di Veterinaria a Bologna, vittima di insulti via web per aver spiegato di essere ancora viva grazie alla sperimentazione sugli animali. Lunedì la sua pagina Facebook era diventata irraggiungibile: «Scusate ma mi serve un pò di pace», aveva scritto il 30. «Anche se siete tanti che mi stanno vicino non ce la faccio più tra accettare tag e vedere commenti di persone che continuano ad insistere di fare esperimenti sui carcerati. Chiuderò l’account per qualche giorno, forse x tutto il ricovero. Ho bisogno di un pò di pace». Oggi Caterina è tornata su Fb e ha aggiornato anche sulle sue condizioni di salute: «Cmq io sto pian pianino meglio – ha aggiunto dall’ospedale di Padova, dove è ricoverata per una serie di malattie che combatte da anni – Ora aspetto solo la data x quando mi posizionano il catetere nuovo e in teoria potrò andare a casa verso inizio settimana prossima». Il suo post ha ricevuto decine e decine di auguri dal popolo della rete, per il nuovo anno e per la sua salute.

Ti potrebbero interessare anche:

IL PUNTO/ Troppi ticket, alla fine ci rimette il Servizio Sanitario Nazionale
Il Senato approva la prima legge nazionale sull'Autismo
L'INTERVISTA/ Infezioni ospedaliere in aumento? È tutta colpa dei biofilm microbici
L’ospedale non è un posto per disabili
Parto. Ancora un punto nascita su 4 in Italia a rischio sicurezza
Influenza: già otto morti da inizio epidemia, 63 gravi



wordpress stat