| categoria: Dall'interno

AVEZZANO (L’AQUILA)/ Il Comune studia la richiesta di ingresso al Parco Sirente Velino

Il Comune di Avezzano (L’Aquila) ha avviato uno studio finalizzato a presentare la richiesta di accesso al Parco Sirente Velino. L’amministrazione sta valutando la possibilità di annessione dell’area compresa tra la montagna di Paterno e la frazione di Antrosano, fino a comprendere la parte che ricade al di sopra dell’autostrada A 25, per arrivare dunque al confine del Comune di Ovindoli (L’Aquila), già compreso nel Parco. «Questa possibilità – ha spiegato il primo cittadino di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio – rappresenterebbe una risorsa importante per la nostra terra, le cui vocazioni principali sono da realizzarsi nel turismo sostenibile e nella valorizzazione dei prodotti del territorio. Qualsiasi operazione di promozione territoriale risulta più facile all’interno di un’area protetta, specie in un comprensorio come quello del Parco regionale Sirente Velino». Una scelta, quella dell’amministrazione Di Pangrazio, che si muove in senso opposto rispetto alla proposta di legge regionale volta alla riperimetrazione del Parco. «Naturalmente – spiega il sindaco – sarà nostra premura predisporre delle lingue di terra da lasciare fuori dai confini al fine di consentire attività di caccia, cosa non possibile per legge in un’area protetta». Il presidente del Parco regionale, Angelo Simone Angelosante, ha giudicato possibile l’avvio di un iter in tal senso.

Ti potrebbero interessare anche:

VATICANO/Papa: "Vescovi, non apologeti, crociati, manager"
Car sharing, a quota 700mila gli utenti italiani
Tragedia sull'A29, distrutta famiglia di Palermo. 3 morti e 2 feriti
Lecce, nuove accuse: «Il delitto di Noemi preparato da giorni»
Rete di pediatri per i minori abusati, stimati 800 mila
Dipendente di 53 anni con tumore licenziata dal Piccolo Cottolengo di Milano



wordpress stat