| categoria: Roma e Lazio

Omicidio Mollicone, giallo resta insoluto

Hanno dato esito negativo anche gli accertamenti comparativi sulle impronte digitali per scoprire l’assassino di Serena Mollicone – la studentessa scomparsa il primo giugno 2001 e ritrovata uccisa, legata e imbavagliata, due giorni dopo nel boschetto di Fonte Cupa ad Anitrella, nelle vicinanze di Arce (Frosinone) dove la ragazza viveva. La relazione consegnata dai Ris di Roma al procuratore capo di Cassino Mario Mercone, titolare dell’inchiesta,Bha fornito lo stesso risultato dei nuovi test del Dna svolti su 272 persone e consegnati alla procura prima di Natale.

Dopo oltre 12 anni di indagini, dunque, Bl’assassino della diciottenne di Arce non ha ancora un nome e un volto. PerB la morte della studentessa sono indagate con l’ipotesi di omicidio volontario e occultamento di cadavere sei persone, tutte scagionate dagli accertamenti scientifici svolti finora. Ora per la loro posizione, comeB lasciano capire gli inquirenti, si va verso l’archiviazione.

Ti potrebbero interessare anche:

Santa Maria della Pietà occupata, Unione Inquilini: 'Può ospitare famiglie'
Tassisti abusivi, arrestati due giudici, due cancellieri e un avvocato: corruzione in atti giudiziar...
COMUNALI/ Marchini, io candidato del mio movimento, chi vuolesi aggreghi
Marino, il Pd teme il colpo di coda sulle dimissioni. Orfini riunisce i consiglieri
INTERVISTA/ Storace: “Chiusura dei campi rom, strade illuminate, lotta all'abusivismo commerciale”
Poliziotti corrotti e rivelazione di segreti d'ufficio: arrestati 6 agenti



wordpress stat