| categoria: In breve

‘NDRANGHETA/ Confiscati beni per 50 milioni a imprenditore lametino

La Direzione investigativa antimafia di Catanzaro ha confiscato beni per 50 milioni di euro ad un imprenditore di Lamezia Terme, Giuseppe Trichilo, condannato per reati aggravati dalle modalità mafiose, nell’ambito dell’operazione «Crimine». I beni confiscati sono diversi compendi aziendali, costituiti da beni immobili, ubicati a Lamezia, beni mobili e rapporti finanziari, sequestrati dalla Dia di Catanzaro nel gennaio 2012 su disposizione del Tribunale di Reggio Calabria.

Ti potrebbero interessare anche:

Istat: "Situazione economica peggiorata per 6 famiglie su 10"
Pneumatici, scatta l'operazione "montaggio invernali"
LAVORO – il 2 marzo convegno a Torino sulla stabilizzazione dei precari del pubblico impiego
Milanesi già in strada a pulire. Pisapia: ci costituiremo parte civile
Cure dei denti, in Lombardia ok alla sedazione cosciente per disabili gravi
FCA, a fine anno più di centomila auto da Melfi negli Usa



wordpress stat