| categoria: politica, Senza categoria

Legge elettorale, Renzi pressa per l’intesa, il Cavaliere temporeggia

L’accordo sulla legge elettorale deve passare dal Nuovo centrodestra, perchè Ncd è «determinante». Angelino Alfano va a vedere le carte di Matteo Renzi. E di fronte al dialogo aperto dal sindaco con Silvio Berlusconi, sfida entrambi: «Siamo determinanti per la vita di questo governo» (ricorda al sindaco) e «per le chance di futuro successo del centrodestra» (avverte il Cavaliere). Ma Renzi va avanti per la sua strada. E anche se viene smentito ufficialmente dal Pd che sia in agenda l’incontro con Berlusconi di cui si parlava nelle ultime ore, un faccia a faccia non viene escluso anche se non più in tempi immediati. Insomma sdi prende un pò di tempo su questo fronte. Anche se stasera il sindaco ribadisce la volontà di essere disposto a incontrare tutti, indistintamente, pur di chiudere un accordo. Nel giorno in cui la commissione Affari costituzionali della Camera fissa un calendario dei lavori sulla legge elettorale, la trattativa tra i partiti entra nella sua fase più delicata. Fervono i contatti, i colloqui informali (tornano a parlarsi l’azzurro Brunetta e il dem Nardella), aumentano le prese di posizione. Ma aumenta anche il timore, tra i renziani, che i tempi possano allungarsi, per la spinta di chi vuole fare in modo che si chiuda la finestra elettorale in primavera. Perchè se il segretario Pd continua a ribadire di non puntare al voto, dietro al dialogo col Cav gli alleati di governo continuano a vedere l’insidia di un patto per il ritorno alle urne. «Non abbiamo alcuna preoccupazione sulla trattativa», ostenta sicurezza Alfano. La legge elettorale «vogliamo farla in fretta» con il modello del sindaco d’Italia. Ma non si pensi di fare la legge e tornare al voto, avverte Maurizio Lupi, perchè bisogna «procedere alla riforma del bicameralismo e per farla bisogna arrivare almeno al 2015». Non ha senso, spiegano in Ncd, la fretta di Renzi sulla legge elettorale, anche perchè per elaborare un modello si devono attendere le motivazioni della sentenza della Consulta che ha bocciato il Porcellum. Ma gli alfaniani si dicono pronti ad andare a vedere le carte (il «bluff», azzardano) del segretario. Sulle riforme, dichiara Lupi, Ncd «non si farà superare con la freccia a sinistra». Non bisogna farsi ingannare da questa fase interlocutoria, spiega un parlamentare vicino a Letta: un accordo su un sistema a doppio turno sul modello dei sindaci è possibile. Tanto più che si potrebbero così superare anche i rilievi della Consulta sul premio di maggioranza, perchè ad assegnarlo sarebbe non un automatismo ma gli elettori nel secondo turno. Il modello spagnolo, fa invece notare più d’uno, non ha il sostegno neanche di tutta FI. E potrebbe vedere in disaccordo parte del Pd. Ma il metodo di Renzi non cambia: dialogo con tutti. Anche per esorcizzare il rischio di una melina nella maggioranza per allungare i tempi. Si parlava con insistenza nelle ultime ore di un incontro entro la settimana con Berlusconi. Magari a Firenze, come chiesto dal Cav. L’ufficio stampa del Pd smentisce che sia in agenda. Ma i dem non lo escludono, purchè alla luce del sole. Intanto, in commissione alla Camera, in un lungo ufficio di presidenza durato oltre un’ora, viene fissato il calendario delle audizioni, per la prossima settimana (il 13, 14 e 17 gennaio). Nella speranza che tra il 14 e il 15 arrivino, come si immagina, le motivazioni della Consulta, senza le quali, ribadisce il relatore Sisto (FI), non si può procedere. Il capogruppo Pd Emanuele Fiano fa sapere che il suo partito vuole chiudere in commissione entro gennaio. Ma c’è scetticismo, tra i partiti, sui tempi. Intanto, i deputati Pd in commissione chiedono una riunione per essere aggiornati sulla posizione del partito sulla riforma. Si terrà prima dell’inizio delle audizioni. Ma non è detto che per allora la trattativa sia chiusa.

Ti potrebbero interessare anche:

Grillo, fermiamo i deputati "abusivi". Si salda asse con FI
IL tesoriere del Pdl, ora 180 lavoratori in cig
REGIONALI/ Spallata di Salvini in Toscana, cerca il ballottaggio
Il nuovo aeroporto di Istanbul avrà il design Pininfarina
Uffizi, apertura a Ferragosto
Ci mancava la black list dei vip micragnosi



wordpress stat