| categoria: esteri

FRANCIA/ Nouvel Observateur: 10 motivi per pensare a un complotto anti-Hollande

E se fosse una macchinazione contro Francois Hollande? Secondo il Nouvel Observateur un complotto politico, magari da parte del predecessore Nicolas sarkozy, non è da escludere e i motivi per sospettarlo sono dieci. Eccoli elencati: 1) L’affare è scoppiato nel peggior momento per Hollande, quando intendeva rilanciare la sua politica. 2) La vicenda oscurerà la sua proposta di «patto di resposabilità» con le imprese. 3) Viene relativizzato il comportamento Nicolas Sarkozy, accusato di mescolare troppo vita pubblica e privata: Hollande aveva promesso di comportarsi in maniera «esemplare». 4) Non è inverosimile che Sarkozy abbia mantenuto degli amici all’Eliseo, il ministero degli Interni e la polizia. 5) Contrariamente ai predecessori, Hollande non disponedi un «gabinetto nero» in grado di ordire macchinazioni contro gli avversari e condurre inchieste parallele. 6) Lo stesso settimanale Closer aveva già «rivelato» il 9 dicembre che uno dei figli della premiere dame Valerie Trierweiler era stato fermato in possesso di droga. 7) Il fotografo è stato «fortunato», se seguendo Julie Gayot si è «imbattuto» per caso in Hollande, dato che questi sarebbe andato solo una decina di volte a rue du Cirque. 8) Closer non è un settimanale noto per gli scoop. 9) Anche all’interno del suo partito, l’Ump c’è chi non si fida di Sarkozy 10) Già all’epoca dello scandalo su Dominique Strauss Kahn si parlò di una «trappola» ordita da avversari politici.

Ti potrebbero interessare anche:

Putin sprezzante, le sanzioni? Uno stimolo per crescere
Blitz antiterrorismo in Germania, volevano colpire checkpoint Charlie
MIGRANTI/ Centinaia attraversano il fiume verso la Macedonia
Coronavirus, più di 206mila morti nel mondo
Nagorno, Armenia: "Pronti a 'contrattacco proporzionato"
Covid New York, "seconda ondata pericolosamente vicina"



wordpress stat