| categoria: primo piano, Senza categoria

Renzi all’attacco: “Le riforme? Solo fallimenti”

Matteo Renzi alla direzione nazionale del partito esordisce con un attacco all’operato del governo: “Il popolo delle primarie – afferma il segretario democratico – ha detto che crede al Pd, e alla speranza che esprime contro la delusione della politica”. Ma “se guardiamo a questi 10 mesi – aggiunge – ci troviamo di fronte a un elenco di fallimenti: non siamo riusciti a fare la legge elettorale e non abbiamo fatto le riforme. Dobbiamo portare a casa dei risultati, altrimenti andiamo di qui ai prossimi 4 mesi incontro a una devastante campagna elettorale, con la demagogia e l’antieuropeismo di Berlusconi e di Grillo”.
“Le primarie hanno vincolato l’adesione del Pd al Pse – ha detto Renzi – tuttavia è doveroso che la direzione ne parli e quindi dedicherei una direzione ad hoc con la consapevolezza che con Federica Mogherini il 18-19 febbraio saremo a Bruxelles per la prima volta e la settimana dopo congresso ospiteremo il Pse a Roma. Entriamo nel Pse per cambiare il Pse e l’Europa”.
“Nell’ultimo periodo sulle riforme è un elenco di fallimenti: nessuna riforma elettorale, è saltata l’ipotesi di una grande riforma istituzionale fermata alla quarta lettura. Da qualche anno sul tema delle riforme abbondano i ministri, scarseggiano i risultati. Il Pd si gioca la faccia”. Renzi torna sul tema del rimpasto: “Chi propone un rimpastino sta drammaticamente perdendo di vista l’obiettivo essenziale” che non è quello di sostituire due ministri con dei renziani ma “creare un sistema di governo che duri per i prossimi vent’anni”. Se si affronta senza risultati una campagna elettorale con la tenaglia Grillo-Cav “con elementi demagogici volti a incastrarci sul fatto che le responsabilità delle mancate riforme siano nostro” il Pd è perduto e “non faranno distinzione tra chi ha votato Cuperlo, Renzi o Civati, faranno un pacchetto unico e diranno è colpa vostra, se non c’è consapevolezza di questo noi saremo spazzati via”. “Sono l’unico nel Pd che non ha mai messo un termine ultimo al governo. Ho sempre detto che va avanti finché si fanno cose e si realizzano risultati”.

Ti potrebbero interessare anche:

ALGERIA/ Non è finita, ancora decine di ostaggi nelle mani dei terroristi
GIUSTIZIA/ Il Tar annulla la nomina di Lo Voi a capo della Procura di Palermo
"Lapo Elkann simula sequestro, arrestato a New York"
Tonfo del Lazio nella classifica dei servizi: -10 punti in un anno
Forestali, altra riforma flop del 'governo dei mille giorni'
E' morta Marina Ripa di Meana



wordpress stat