| categoria: primo piano, Senza categoria

Con Berlusconi Matteo Renzi fa sul serio, lunedì l’incontro?

Con Berlusconi Matteo Renzi fa sul serio. Vuole incontrarlo, lo incontrerà. Ogni appello degli alleati a considerare prima loro, cade nel vuoto. Mentre si fa largo la sensazione negli altri partiti che il lavoro, che prosegue anche in giornata, tra Denis Verdini e il ‘tecnicò renziano Roberto D’Alimonte, sia preludio a un’intesa Pd-FI su un sistema che è già stato malignamente ribattezzato ‘Verdinum’. E così cresce la tensione nella maggioranza, alla vigilia di un weekend e una settimana decisivi. Irti di ostacoli. Dalla vicenda De Girolamo, attesa domani alla prova dell’Aula, al contratto di coalizione cui lavora Enrico Letta per un «nuovo inizio». Passando per lo spinoso dossier rimpasto e soprattutto per il capitolo riforme, su cui Renzi punta a chiudere lunedì. No al ricatto di Berlusconi per il ritorno al voto. No al «potere di veto dei partitini» sui futuri governi dell’Italia. Nella trattativa che ha preso in carico in prima persona, Renzi pone paletti ben precisi. Con tutti gli interlocutori ha tenuto aperto il dialogo, ma fermi i principi su cui non transige. Perciò cadono nel vuoto da un lato l’estremo appello congiunto di Ncd e Sc per chiudere un accordo prima nella maggioranza, dall’altro l’appello-provocazione di Beppe Grillo per il voto subito, con la legge proporzionale ‘scrittà dalla Consulta. Di tornare al voto non se ne parla, assicura Renzi, per il quale le crescenti tentazioni proporzionaliste (di Grillo come dei partiti piccoli ma anche di qualche dem) sono uno spauracchio da esorcizzare. Tant’è che agli interlocutori il sindaco torna a chiedere di chiudere un accordo complessivo, anche su riforma del Senato e del titolo V, che impegni per un anno. E anche se non è affatto sicuro di potersi fidare del Cavaliere, resta deciso a «chiudere» un’intesa pure con lui. Ai bersaniani del Pd che pensano sia inopportuno che incontri il Cavaliere, il segretario replica che è una polemica «surreale», se con il «pregiudicato si è fatto un governo». E così l’incontro risulta in programma nella sede Pd per sabato (quando potrebbe vedere anche Stefania Giannini, di Sc). A Gianni Cuperlo e a coloro che pensano si possa chiudere in via prioritaria un’intesa con Angelino Alfano sul doppio turno, Renzi non solo ricorda che Alfano «un domani starà con Berlusconi», ma anche che l’elemento risolutivo non è il doppio turno (inviso a Berlusconi perchè il Pd, è consapevole Renzi, sarebbe «più forte»), bensì un premio di maggioranza (abbinato a collegi uninominali, circoscrizioni piccole o grandi con preferenze) che sottragga per il futuro al «potere di veto dei partitini». Ed è «inaccettabile» il tentativo in atto dei «piccoli partiti» di ottenere l’attribuzione con il premio di «un numero di seggi il più basso possibile». Renzi, che oggi ha visto Fdi, ha convocato la direzione del Pd per votare una proposta di legge elettorale. Il termine è fissato: tre giorni per chiudere (con una nuova girandola di contatti nel fine settimana). «Sono fiducioso in un risultato positivo», dice anche il premier Letta. E in ambienti Ncd si continua a credere nella possibilità di chiudere in un doppio turno di coalizione eventuale. Ma la trattativa aperta con il Cavaliere tiene alta la tensione. Soprattutto se la si somma agli altri capitoli aperti, come il rimpasto, da cui Renzi continua a proclamare di volersi tenere fuori nonostante l’appello di Cuperlo a valutare un Letta-bis come antidoto al «logoramento» del governo. O come questioni divisive come le unioni civili e lo ius soli. A rischio la tenuta del governo? Il premier si professa fiducioso. Ma i prossimi giorni si annunciano molto delicati.

Ti potrebbero interessare anche:

La Asp palermitana revoca due appalti per 45 milioni di euro
Auto pirata travolge dei ragazzi, muore un sedicenne. Due feriti
Pussy Riot, Nadejda peggiora dopo lo sciopero della fame. Ricoverata
Marò: India, inopportuna la risoluzione del Parlamento Ue
Bambino ustionato da un falò sulla spiaggia a Ladispoli. E' grave
NOICONSALVINI cerca spazio a Viterbo



wordpress stat