| categoria: sanità Lazio

Il sindaco di Frosinone “salta” Zingaretti e chiama la Lorenzin. La sanità ciociara fa paura, ministro venga a vedere

Il sindaco di Frosinone, Ottaviani

«Alla luce degli ultimi scenari prospettati in materia di politica sanitari nel Lazio, ho ritenuto opportuno chiedere al ministro Beatrice Lorenzin di prendere contezza della deriva che ha assunto la sanità provinciale. Il depotenziamento di servizi e strutture mortifica le eccellenze professionali della nostra città e e della provincia». Lo afferma il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani che oggi ha chiamato il ministro della Sanità, Beatrice Lorenzin, invitandola nei prossimi giorni nel capoluogo ciociaro per verificare, in particolare, la situazione dell’ospedale Spaziani. «È inaccettabile che, ogni volta che si parla di riorganizzazione del servizio sanitario, di razionalizzazione delle risorse e di ristrutturazione delle aziende ospedaliere e sanitarie – aggiunge Ottaviani -, i cittadini del Frusinate debbano essere gli unici a fare sacrifici e a pagare sulla propria pelle le storture e le inefficienze di un sistema che penalizza sempre la Ciociaria e premia sempre le altre province». L’iniziativa del sindaco è arrivata, oltre che per i disagi al pronto soccorso dello Spaziani e le carenze in generale nella sanità provinciale, dopo la decisione di trasferire il Centro Trasfusionale di Frosinone a Tor Vergata. «Non è più tollerabile – conclude il sindaco di Frosinone – che la provincia di Frosinone, non abbia un Dea di secondo livello, per la neurochirurgia e la cardiochirurgia. In caso d’infarto o d’ictus – conclude Ottaviani – non possiamo limitarci a pregare, sperando di arrivare in tempo con un elicottero o un’ambulanza a Roma, per non parlare della vergogna sanitaria delle condizioni in cui versano i i pazienti al pronto soccorso».

Ti potrebbero interessare anche:

Aned Lazio denuncia: il Santo Spirito chiude la dialisi per una settimana
Caos al Sant'Eugenio: personale in rivolta. Ospedale in ginocchio, Pronto soccorso ko
UMBERTO I/ Pronto Soccorso pediatrico, già finiti i posti letto?
Sla, al via corsi gratuiti per i familiari che assistono i malati
IL CASO/ La disarmante difesa dell'Ospedale: non siamo attrezzati a gestire il "fine-vita"
La Regione si ricompra sedici ospedali



wordpress stat