| categoria: In breve

Stupore e incredulità nel convento della suora-mamma

Nel convento delle Piccole Discepole di Gesù di Rieti non nascondono l’imbarazzo dopo la notizia che una suora della loro congregazione, mercoledì scorso, ha messo al mondo un bambino. Suor Erminia, la madre superiora, apre ai giornalisti il grande cancello del convento di via Belvedere, dove ha sede anche una casa di riposo per anziani gestita dalle Piccole Discepole, senza nascondere sdegno e incredulità per la vicenda che le coinvolge. «Ha fatto tutto da sola, siamo sconvolte e non sappiamo nulla – dice Suor Erminia – e ora che vuole che le dica: non ha saputo resistere alla tentazione, ma non ha fatto del male a nessuno». A Rieti non si parla d’altro da quando si è diffusa la notizia della giovane religiosa originaria di El Salvador che nella notte tra mercoledì e giovedì scorso, dopo aver chiamato il 118 dichiarando forti dolori al ventre, ha partorito un bambino di 3 chili e mezzo registrato con il nome di Francesco Sandrino. Cosa è accaduto in quelle ore sono le stesse consorelle a raccontarlo. «Non ci ha detto nulla- dice una di loro- avevamo notato che era ingrassata, ma ultimamente si era chiusa molto, era scontrosa e non riuscivamo a capire perchè. Mercoledì mattina ha chiamato da sola l’autoambulanza, ce ne siamo accorte perchè era aperto in cancello». La suora neo mamma ha 32 anni, è in Italia da quando ne aveva 16 e da tempo vive nel convento del quartiere Campomoro, che si trova sulla via del Santuario di Sant’Antonio al monte, in passato ha prestato la sua opera anche all’ospedale De Lellis e negli ultimi anni, come le sue consorelle, assiste gli anziani ricoverati nella casa di riposo privata attigua al convento. A Rieti la religiosa ha una sorella, una delle poche persone che in queste ore la sta assistendo in ospedale. La notizia è stata accolta con grande imbarazzo anche dal Vescovo di Rieti, Delio Lucarelli, che secondo quanto riferiscono ambienti della stessa Curia, avrebbe ricevuto una telefonata della suora. «È venuta meno a uno specifico voto – ha commentato il portavoce del Vescovo, Massimo Casciani – ma è preferibile che conduca una vita secolare lontana dall’istituto religioso e vicina al figlio. La diocesi le sarà vicina almeno per i primi tempi».

Ti potrebbero interessare anche:

Chavez imbalsamato da una ditta romana
In vendita il ritratto di Angelina Jolie dopo la mastectomia
BOLOGNA/ 23° anniversario della morte delle vittime della Banda della Uno Bianca
Canapa anche per 'bio' ristrutturazione dei trulli
Perugia, perde il lavoro e lo sfrattano: si cosparge di benzina e fa esplodere il palazzo
Edison cresce in idroelettrico e guarda al risiko



wordpress stat