| categoria: sanità Lazio

SANITA’/Sindacati a Zingaretti, aprire tavolo su San Camillo

«Governare tale situazione in presenza di vincoli economici e del blocco del turn over appare possibile solo con l’apertura di un tavolo tra il presidente della Regione Nicola Zingaretti e i nostri rappresentanti regionali, che vada oltre la mentalità di un regime commissariale improntato ad un approccio economicistico che in nulla migliora le carenze prodotte dalle precedenti amministrazioni». È quanto affermano in una nota i segretari aziendali, Andrea Fidanza (Fp Cgil), Adriano Fiorini (Cisl Fp), Roberto Marrone (Uil Fpl), in merito alla protesta degli operatori dell’ospedale San Camillo di Roma, arrivata al settimo giorno di occupazione. «Le condizioni di sovraffollamento del pronto soccorso che in questi giorni hanno raggiunto condizioni di emergenzialità – continuano i segretari aziendali – sono le risultanze di una serie di criticità che perdurano ormai da lungo tempo e riguardano sia gli aspetti di tipo strutturali per spazi dedicati assolutamente inadeguati e sia per le scelte strategiche aziendali assolutamente non proporzionate alle esigenze di un Dea di secondo livello con un conseguente deficit dei percorsi clinico assistenziali. Da anni stiamo denunciando la carenza gestionale della direzione sanitaria e la mancanza di un piano aziendale di riorganizzazione dei posti letto e delle specialità che risponda all’effettiva esigenze dei pazienti».

Ti potrebbero interessare anche:

Nuovi manager, il termine sta per scadere. Già presentate 700 domande
Zingaretti cambia le carte in tavola, Ifo e Spallanzani tornano divisi. Due manager, uno sarà la Mas...
Israelitico, la Regione ripristina l'accreditamento
Clochard dorme davanti alla sala operatoria: a Fondi scoppia il caso sicurezza
Al Policlinico Gemelli arriva “Respirare sott’acqua – Picccoli esercizi di sopravvivenza spirituale
CAOS AL PRONTO SOCCORSO, NAS AL S.CAMILLO. MA LO SCONTRO E' POLITICO



wordpress stat