| categoria: politica

Il Financial Times elogia Renzi: ‘Con lui vera chance di riforma del Paese’

Finora «la litigiosa coalizione al governo guidata da Enrico Letta ha fallito nel portare l’Italia sul sentiero di una significativa riforma politica. Ma l’elezione di Matteo Renzi a segretario del Pd ha riacceso nuove speranze per una riforma». Così, in un editoriale dal titolo «Diamo una chance alle riforme a Roma», il Financial Times elogia il lavoro di Renzi sulla legge elettorale, ripercorrendo le ultime mosse messe in campo dal leader del centrosinistra, a partire dall’incontro con Silvio Berlusconi. «L’accordo tra Renzi e Berlusconi è un male necessario», osserva il Ft nel suo editoriale sottolineando come, «visto che gli altri partiti hanno mostrato scarso interesse nell’approvare una legge elettorale che garantisca maggioranze praticabili», Renzi «non aveva altra opzione» che un accordo con il Cavaliere. E il foglio della City ricorda come la crisi abbia mostrato la debolezza dell’impalcatura economica italiana, in un Paese dove «l’assetto costituzionale ha reso praticamente impossibile ai governi succedutisi scuotere le istituzioni economiche». Con «un processo legislativo basato su un sistema bicamerale bizantino» o con un decentramento secondo cui «molte aree chiave dell’attività di governo – per esempio la politica energetica – sono devolute alle regioni, aumentando l’ingorgo politico». «Certo – avverte il Ft – la strategia di Renzi comporta dei rischi significativi», il primo dei quali legato ad un accordo con il Cavaliere, «il politico italiano meno affidabile». E ulteriori pericoli vengono «dall’ala sinistra» del Pd, che «si oppone all’accordo per timore di essere marginalizzata e potrebbe optare per separarsi dal partito». Perciò, suggerisce il Ft, «il solitamente impetuoso Renzi dovrebbe usare toni più concilianti per evitare una scissione che potrebbe indebolire la sua aspirazione di diventare il prossimo premier». Ma, conclude il quotidiano britannico, «la mediazione non diventi una scusa per l’inazione».

Ti potrebbero interessare anche:

Renzi va giù pesante con il Pd: gruppo dirigente rancoroso. Buttano tutto in caciara
EUROPEE/ Affluenza al 58%, in calo. Caos a Roma
Prescrizione, scontro nella maggioranza sullo stop dopo il primo grado
Ilva: governo chiede fiducia sul decreto legge
Renzi rassicura il governo, più uniti. Orlando attacca
Il codice rosso è legge: ok definitivo del Senato



wordpress stat