| categoria: attualità

CNEL/Battista (M5S), o si chiude o sia sede di trattative

«Il Cnel è un organo di rilievo costituzionale, che deve rappresentare il mondo del lavoro e dell’impresa la cui materia è la legislazione economica e sociale. Il punto è che ci costa non meno di 20 milioni di euro, per produrre qualche rapporto, che qualunque centro studi, degno di tale nome, potrebbe realizzare per qualche decina di migliaia di euro». Lo scrive, su facebook, il senatore del Movimento 5 Stelle, Lorenzo Battista il quale fa una proposta: «a questo punto o si chiude o si portino tutte le trattative e i tavoli di lavoro nelle diatribe tra aziende e sindacati che ha come competenza Palazzo Chigi direttamente al Cnel che, essendo un organo costituzionale preposto a questo fine, può espletare benissimo questa funzione, liberando così risorse umane e finanziarie e giustificando almeno i 20 milioni annui di contributi pubblici». Battista ricorda anche le retribuzioni dei consiglieri, «per non parlare del presidente e del segretario generale»: «a molti dei consiglieri, fa gola la retribuzione mensile di circa 1.500 euro netti, all’unica condizione di partecipare alle assemblee che si tengono una volta al mese: se non si partecipa, si incassano solo 1.275 euro». Poi ci sono le trasferte ed i rimborsi spese: «il Cnel spende ogni anno per le missioni in Italia (quasi 100 mila euro), all’estero (220 mila euro), e rimborsi spese per 1,2 milioni di euro. Per l’indennità del presidente, i vicepresidenti e i consiglieri lo Stato eroga annualmente 3,6 milioni di euro. I circa 70 dipendenti costano 7 milioni di euro (in media 100.000 euro a testa)».

Ti potrebbero interessare anche:

Corte dei Conti, la corruzione dilaga ovunque. Nessuno indenne
Ebola, muore a Dallas il primo paziente Usa contagiato
Trump e il piano dei cento giorni: il muro con il Messico non c'è
Autobomba e sparatoria davanti al tribunale di Smirne. Quattro morti e un terrorista in fuga. Turchi...
Terremoto a Montereale: «Tre scosse violentissime, siamo bloccati dalla neve»
Sgominata cellula jihadista a Venezia. Volevano far saltare Rialto



wordpress stat