| categoria: attualità, primo piano

Illeciti per 85 milioni, indagato il presidente dell’Inps Mastrapasqua

Antonio Mastrapasqua. Prima o poi doveva toccare anche a lui, uno dei più grossi e potenti manager di Stato, l’uomo delle 20-25 poltrone nel Pubblico e nel Privato, l’intoccabile, amicizie trasversali nel mondo politico, della finanza, un asse di ferro con Gianni Letta per via del rapporto con il figlio. Lo spara in prima pagina l’autorevole Repubblica. Mastrapasqua è indagato dalla procura di Roma. Il presidente dell’Inps, uno degli uomini più potenti d’Italia, è sotto inchiesta per migliaia di cartelle cliniche taroccate e fatture gonfiate all’Ospedale Israelitico, di cui è direttore generale. In tutto 85 milioni di euro: 14 milioni sarebbero rimborsi «non dovuti» ma richiesti lo stesso alla Regione Lazio. Gli altri 71 sono un presunto «ingiusto vantaggio» conseguito dalla clinica romana dal 2011 al 2013. E al vaglio dei magistrati c’è pure la cessione all’Inps di una parte di questo credito «non esigibile », servita a sanare i conti della struttura romana. Manovra, questa, pensata, avviata e autorizzata da Mastrapasqua, nella doppia veste di debitore e creditore.
L’indagine è delicatissima. Si basa sulla denuncia del Nas di Roma, datata 16 settembre 2013 e consegnata in procura, nella quale si ricostruisce la maxi truffa ai danni dello Stato. E dunque, migliaia di semplici interventi svolti negli ambulatori del reparto di odontoiatria dell’Ospedale Israelitico tra il 2006 e il 2009 si sono trasformati in «operazioni invasive e con notevole carico assistenziale effettuate in ortopedia». In totale sono state contate 12.164 schede di dimissione falsificate.

Il presidente Inps si giustifica attraverso una nota ufficiale: “Si precisa che l’inchiesta è stata avviata anche grazie all’impulso dato in passato dallo stesso Mastrapasqua e quindi ha proprio la finalità di far chiarezza ed individuare eventuali responsabili di condotte penalmente rilevanti. Nessun rilievo o interesse assumono nell’indagine il ruolo di presidente dell’Inps del dott. Mastrapasqua né tantomeno quello di Direttore Generale dell’Ospedale Israelitico in quanto i fatti ipotizzati attengono a condotte che sarebbero state poste in essere da alcuni dirigenti sanitari e non afferiscono né all’Inps né all’Ospedale Israelitico come struttura sanitaria di rinomata efficienza e professionalità; entrambe ingiustamente colpite dalla diffusione di questa notizia”.

CHI E’ ANTONIO MASTRAPASQUA
Antonio Mastrapasqua (Roma, 20 settembre 1959) è dal luglio 2008 Presidente dell’Inps. Il Presidente è il rappresentante legale dell’Istituto. È nominato con decreto del Presidente della Repubblica e dura in carica 4 anni. Il Presidente dell’Inps predispone il bilancio e i piani di spesa e investimento, attua le linee di indirizzo strategico dell’Istituto e regolamenta l’organizzazione del personale e degli uffici, può assistere alle sedute del Consiglio di indirizzo e vigilanza.

Incarichi istituzionali e professionali
Dal luglio del 2008 è Presidente dell’Inps. Antonio Mastrapasqua è stato l’unico presidente dell’Inps ad avere ricevuto il voto favorevole all’unanimità di tutte e due le Commissioni Lavoro di Camera e Senato, che devono esprimere un parere consultivo alla nomina del Presidente Inps. Nel decreto legge Salva-Italia è stato rinnovato il suo incarico presidenziale fino al 31 dicembre 2014 per guidare la fusione in Inps di Inpdap ed Enpals (soppressi dallo stesso decreto). La nomina a presidente dell’Inps segue all’incarico di consigliere di amministrazione per i precedenti quattro anni (2004-2008). Dal luglio al dicembre 2008 è stato commissario straordinario del Consiglio di indirizzo e vigilanza (Civ) dell’Inps. Per poco più di un anno (ottobre 2008 – novembre 2009) è stato presidente del Comitato di settore degli Enti pubblici non economici (Epne). Rappresenta l’Inps nella partecipata Equitalia.

Curriculum vitae
Sposato, padre di un figlio. È stato definito “un manager privato in prestito alla Pubblica Amministrazione”. Ha conseguito la laurea in Economia e commercio presso l’Università degli studi in Roma “La Sapienza”, indirizzo Economico – aziendale. Tesi in Matematica finanziaria ed economica dal titolo “Aspetti matematici ed economici dei Fondi Pensione”. È titolare dello Studio Mastrapasqua di Roma ed è iscritto all’Ordine dei Dottori Commercialisti di Roma, al Registro dei Revisori Contabili e all’Ordine Nazionale dei Giornalisti Pubblicisti. Ha svolto per gruppi industriali e di servizi interventi di risanamento aziendale seguendo gli aspetti finanziari, organizzativi e societari. Nel corso dell’attività professionale ha effettuato lavori di revisione, di natura contabile e fiscale, ed ha svolto consulenza di carattere tributario e societario, nei confronti di aziende industriali o di servizi, di società ed enti pubblici e privati.

Attività culturali
Ha fondato e diretto il periodico “Grandangolo”, mensile di economia, politica, informazione e cultura del Centro Studi Grandangolo. Ha diretto la “Rivista Finanziaria – Osservatorio mensile sui mercati finanziari”, mensile del Centro studi di Economia e Finanza. È autore di articoli di carattere economico e finanziario. Ha partecipato, anche in qualità di relatore, a diversi convegni sulle materie economiche e sociali, tra i quali quelli di Aspen Italia e del Forum Ambrosetti.

Ti potrebbero interessare anche:

Monti telefona durante la messa del Papa
Renzi attacca sui migranti, no alla Ue a guida solo tedesca
Germania, identificato il kamikaze: un siriano con foglio di via
STILLICIDIO/ Accoltella agente all'aeroporto di Michigan, al grido di Allah è grande: arrestato
Salvini: «Per clandestini pacchia finita, via le Ong»
Migranti scaricati in Italia, video del 2017 incastra i gendarmi francesi



wordpress stat