| categoria: In breve, Molise, politica

MOLISE/ Spese pazze in Consiglio, seimila euro per acqua-orzo-caffè

Tra le spese contestate dalla procura di Campobasso all’ex presidente del Consiglio regionale, Michele Picciano, ci sono l’acquisto di arredamenti per il suo ufficio, come una lampada da tavolo da 936 euro e un tappeto color prugna da 2.160 euro, e diversi quadri: un’opera di Aldo Falso (3.240 euro), sei di Goffredo Luciani (4mila euro) e una di Giuseppe Eliseo (mille euro). E ancora: spese «in modo e quantità smodati e irrazionali» ingenti somme di denaro (6mila euro) per l’acquisto di bevande, cialde di caffè, orzo e acqua da offrire in occasione di visite istituzionali. Non mancano pure i «contributi a pioggia». Sono quelli concessi «esaudendo le richieste» di varie associazioni, anche private (come la Fidapa). «Contributi – si legge nelle carte della procura – per iniziative del tutto prive di significato concreto sia pure solo per l’immagine della Regione» (c’è per esempio un contributo da 3.500 euro ad un convegno organizzato a Isernia da una compagnia di assicurazioni). Infine a Picciano vengono contestati episodi che coinvolgono il suo segretario personale al quale avrebbe procurato «ingiusto vantaggio» concedendo somme di denaro ad uso personale. In particolare si parla di un contributo da 6 mila euro ad una associazione onlus, un «Centro di carità», di cui era presidente proprio il suo segretario personale. Per giunta le spese dell’associazione risultavano essere anche «gonfiate» rispetto alle somme realmente spese, con compensi corrisposti anche allo stesso presidente della onlus e ai suoi familiari.

Ti potrebbero interessare anche:

'NDRANGHETA/La Gdf sequestra beni per milioni di euro: 10 in manette
Vittoria dei genitori di Ashya, ritirato il mandato di cattura
Renzi, identità senza cialtronerie, scontro con la Lega
MAFIACAPITALE/ Assegnata la scorta a Matteo Orfini
Renzi incontra il commissario Tronca per la festa delle Forze Armate
Intercettazioni, via libera alla riforma



wordpress stat