| categoria: turismo

In crociera tra i ghiacci artici

Sono più di duecento anni che la compagnia Arctic Umiaq, in Groenlandia, trasporta passeggeri e merci tra i principali porti della costa occidentale dell’isola più grande del mondo. Il postale Sarfaq Ittuk è il mezzo migliore per spostarsi lungo la costa più popolosa e visitata dell’isola, navigando anche d’inverno per 1.300 chilometri. La crociera, certamente non di lusso ma senz’altro sicura e affascinante, dura minimo tre giorni: parte da Qaqortoq o da Narsaq, a sud dell’isola, passa per la capitale Nuuk e raggiunge il porto di Ilulissat, a nord. La navigazione consente di ammirare da vicino la sorprendente natura della Groenlandia: i prati artici del sud e le colline ghiacciate del nord, illuminati dallo spettacolo dell’aurora boreale – lampi gialli, bianchi, verdi e rossi che attraversano il cielo cupo – e lambiti da una costa artica, punteggiata da poche case colorate e attraversata da foche, balene e piccoli iceberg alla deriva. La Groenlandia sorge tra l’Islanda e il Canada, nella parte settentrionale dell’oceano Atlantico, ed è ricoperta per quasi il 90% da una calotta di ghiaccio: la parte più accessibile è proprio la costa occidentale, caratterizzata da profondi fiordi e da insenature dove si vedono le balene nuotare tra pezzi di ghiaccio striati di blu. Tra i più affascinanti c’è l’Icefjord, il fiordo lungo 40 chilometri e largo 7, sulle cui acque ghiacciate, tra piccoli e grandi iceberg, sorge l’incantevole città di Ilulissat, porto d’arrivo (o di partenza) della crociera. E’ il luogo di nascita dell’esploratore polare Knud Rasmussen, alla cui vita e viaggi è ispirato il più importante museo locale, a quindici minuti dal porto. Un’altra tappa interessante nella Groenlandia centro-meridionale è la capitale Nuuk: qui grandi edifici, piccole case in legno, ristoranti e mercatini creano un ambiente gradevole. Nei negozi del centro si acquistano prodotti tipici groenlandesi: oggetti artigianali in pelle, in legno e in osso di renna o di tricheco, pietre lavorate a mano e gli immancabili tulipakker, statuine intagliate dai poteri magici. A soli quindici minuti di navigazione si raggiunge la località di Maniitsoq, dove si può praticare lo sci tutto l’anno. Un’altra destinazione della crociera è la città di Aasiaat, importante nodo del traffico marittimo che collega gli itinerari del nord con quelli del sud: da qui si parte per visitare le antiche colonizzazioni contadine e le rovine vichinghe. La compagnia di navigazione Arctic Umiaq (di proprietà di Air Greenland e Royal Arctic Line) possiede anche altre imbarcazioni per brevi vacanze o crociere di diversi giorni. Per informazioni e prenotazioni: www.aul.gl C’è chi, invece, preferisce il sole a mezzanotte e i cieli tersi ai paesaggi ricoperti di ghiaccio e all’aurora boreale: in questo caso si viaggia in Groenlandia da maggio e durante tutta l’estate.

Ti potrebbero interessare anche:

Viaggio nei sotterranei di Torino tra cripte, palazzi e luoghi esoterici
I castelli del Barolo, a spasso nelle Langhe per una vacanza all'insegna di buona cucina e vini d'au...
Puglia, "taste & bike", itinerari del gusto in bici
In giro per il 1 maggio: 10 idee dalla birra alle terme
Con il Fai tra i tesori d'Italia
Le 12 piste di sci alpino più belle d’Italia



wordpress stat