| categoria: turismo

In crociera tra i ghiacci artici

Sono più di duecento anni che la compagnia Arctic Umiaq, in Groenlandia, trasporta passeggeri e merci tra i principali porti della costa occidentale dell’isola più grande del mondo. Il postale Sarfaq Ittuk è il mezzo migliore per spostarsi lungo la costa più popolosa e visitata dell’isola, navigando anche d’inverno per 1.300 chilometri. La crociera, certamente non di lusso ma senz’altro sicura e affascinante, dura minimo tre giorni: parte da Qaqortoq o da Narsaq, a sud dell’isola, passa per la capitale Nuuk e raggiunge il porto di Ilulissat, a nord. La navigazione consente di ammirare da vicino la sorprendente natura della Groenlandia: i prati artici del sud e le colline ghiacciate del nord, illuminati dallo spettacolo dell’aurora boreale – lampi gialli, bianchi, verdi e rossi che attraversano il cielo cupo – e lambiti da una costa artica, punteggiata da poche case colorate e attraversata da foche, balene e piccoli iceberg alla deriva. La Groenlandia sorge tra l’Islanda e il Canada, nella parte settentrionale dell’oceano Atlantico, ed è ricoperta per quasi il 90% da una calotta di ghiaccio: la parte più accessibile è proprio la costa occidentale, caratterizzata da profondi fiordi e da insenature dove si vedono le balene nuotare tra pezzi di ghiaccio striati di blu. Tra i più affascinanti c’è l’Icefjord, il fiordo lungo 40 chilometri e largo 7, sulle cui acque ghiacciate, tra piccoli e grandi iceberg, sorge l’incantevole città di Ilulissat, porto d’arrivo (o di partenza) della crociera. E’ il luogo di nascita dell’esploratore polare Knud Rasmussen, alla cui vita e viaggi è ispirato il più importante museo locale, a quindici minuti dal porto. Un’altra tappa interessante nella Groenlandia centro-meridionale è la capitale Nuuk: qui grandi edifici, piccole case in legno, ristoranti e mercatini creano un ambiente gradevole. Nei negozi del centro si acquistano prodotti tipici groenlandesi: oggetti artigianali in pelle, in legno e in osso di renna o di tricheco, pietre lavorate a mano e gli immancabili tulipakker, statuine intagliate dai poteri magici. A soli quindici minuti di navigazione si raggiunge la località di Maniitsoq, dove si può praticare lo sci tutto l’anno. Un’altra destinazione della crociera è la città di Aasiaat, importante nodo del traffico marittimo che collega gli itinerari del nord con quelli del sud: da qui si parte per visitare le antiche colonizzazioni contadine e le rovine vichinghe. La compagnia di navigazione Arctic Umiaq (di proprietà di Air Greenland e Royal Arctic Line) possiede anche altre imbarcazioni per brevi vacanze o crociere di diversi giorni. Per informazioni e prenotazioni: www.aul.gl C’è chi, invece, preferisce il sole a mezzanotte e i cieli tersi ai paesaggi ricoperti di ghiaccio e all’aurora boreale: in questo caso si viaggia in Groenlandia da maggio e durante tutta l’estate.

Ti potrebbero interessare anche:

Vacanze, per 3 milioni e mezzo di italiani sarà in tenda, roulotte o camper
Natale 2013, 16 milioni gli italiani ai mercatini
Torna sui binari il 'Treno dei Sanniti'
Alla Bit l'enoturismo, nel 2017 12 milioni di visite in Italia
In cammino tra castelli e vecchie stazioni, turisti con calma
Dieci mete non convenzionali per l'addio al celibato o nubilato



wordpress stat