| categoria: sport

Immobile trascina il Torino e ferma il Milan di Seedorf

Clarence Seedorf, Milan a secco

Clarence Seedorf ha ragione: la strada per risalire sarà lunga. Il Milan si ferma sul pari contro un ottimo Torino animato dagli irresistibili Immobile e Cerci. I granata passano in vantaggio con Immobile, ma i rossoneri riescono a pareggiare. Risultato finale 1-1. Molto vivace il Toro nel primo tempo, meglio il Milan nel secondo con un ottimo Rami che trova il gol del prezioso pari in una partita avvincente ed equilibrata. Annullata una rete a Robinho per un giusto fuorigioco. La squadra di Ventura si porta al quinto posto con 33 punti (gli stessi dell’Inter), i rossoneri a 29. A San Siro tornano gli striscioni con la Sud che rende omaggio Seedorf. Il Milan parte forte cercando di sfoderare quello spirito guerriero chiesto da Seedorf e necessario per rimontare in classifica. Al 2′ Pazzini mette subito Padelli in crisi, deviazione in calcio d’angolo. Il Milan gioca palla a terra ma qualche automatismo non è ben oleato. Rami – nel primo tempo – non ingrana, Honda è ancora spaesato, Kakà ci mette tanto cuore. Il Torino di Ventura aspetta gli avversari per cercare di infilarli con le sue micidiali ripartenze: al 9′ brivido per il Milan con una incredibile accelerazione di Cerci che da destra riesce a mettere una ottima palla sul secondo palo dove non arrivano Farnerud e Masiello. La difesa rossonera soffre, i tre dietro Pazzini (Robinho, Kakà e Honda) non rientrano e così al 17′ arriva il capolavoro di Immobile che beffa Bonera e incrocia sul secondo palo con un diagonale vincente. Reagisce il Milan con Robinho, poi Padelli compie un miracolo su una mezza rovesciata di Pazzini. Il Milan alza il pressing ma il Torino prova ancora a trafiggerlo con un contropiede da manuale condotto da Cerci: ancora una volta Farnerud non è preciso, il suo colpo di testa è fuori. Si innervosisce il pubblico, qualche fischio per Robinho. La squadra di Seedorf cerca il pareggio con cuore e volontà: al 35′ gran sinistro di Muntari, potente ma centrale. Ancora Farnerud è pericoloso con la difesa del Milan che tentenna. Poco dopo, bel tentativo di Kakà sventato da Padelli con una manata. Poi Honda tenta il colpo a giro. Il Torino si chiude nella propria area e si difende con qualche sbavatura sul finale del primo tempo. Il Milan cresce nel secondo tempo, gioca meglio, si svegliano Rami e Honda. La musica cambia con il Torino in difficoltà. Il pareggio arriva al 4′ con un gran destro di Rami deviato dall’incolpevole Glick. I rossoneri prendono fiducia e si riversano in attacco per cercare la vittoria. Kakà lascia partire un pallone che accarezza l’incrocio dei pali. I granata ripartono in contropiede con Immobile e Cerci. Al 14′ annullato un gol a Robinho colto in fuorigioco. Al 26′ tacco di Robinho per Emanuelson che crossa per Pazzini il quale però commette fallo su Moretti. Tanti i tiri in porta: Montolivo costringe Padelli a salvarsi in corner. Una decina di minuti più tardi paura per Glick colpito duro da Pazzini che cercava la giocata in acrobazia ma prende il volto dell’avversario. Negli ultimi minuti il Milan è generoso ma l’ultima occasione è per il Torino con Cerci e Immobile. Il Milan migliora lentamente, prima era ammalato ora almeno è convalescente. Ventura invece può sorridere, il suo Toro è una bella realtà.

Ti potrebbero interessare anche:

Rugby, grande Italia a Londra. Una sconfitta che non fa male
Crisi Milan, siamo agli sgoccioli. Quanto reggeranno Galliani e Allegri?
MONDIALI/ Prandelli, partita epica ma assurdo il no ai time out
La Juve sgretola il Borussia, il sogno della Champions continua
Ritiro, sponsor, contratto di Conte. L'Italia è già agli Europei
CALCIO: 1-1 A BERGAMO, MILAN IN EUROPA E ATALANTA QUASI



wordpress stat