| categoria: turismo

CARNEVALE/ Emilia Romagna: da Scandiano a Castelnuovo le feste negli antichi borghi

Sfilata carnevalesca a Castelnuovo

Lontano dalle grandi città, il carnevale in Emilia Romagna, si festeggia anche nei piccoli borghi, tra storia e tradizioni. È il caso del Carnevale di Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, giunto alla sua XXII edizione. Il borgo antico accoglierà i visitatori con una sfilata allegorica fra le più belle e ricche di emozioni dell’intera provincia. Quello di Scandiano, che è il primo carnevale a sfilare, nel 2014, in regione riscopre i tratti di festa popolare. L’edizione di quest’anno sarà dedicata al tema dell’abbondanza, tema scelto come buon augurio ma anche come provocazione per esorcizzare, almeno per un giorno, i problemi della crisi. Il carro allegorico di apertura sarà, infatti, dedicato al Boiardo signore dell’antica contea di Scandiano che saluterà cittadini e ospiti, lanciando su di loro un’abbondante pioggia di Euro dorati. A condire il tutto la musica dei gruppi folkloristici e delle bande, il concorso tra i carri ed il copioso lancio di palloni sulla folla da una piattaforma meccanica che coinvolgerà come sempre grandi e piccini. Non mancherà la gastronomia tipica a base di gnocchino scandianese e mortadella. Il tutto all’ombra della Rocca dei Boiardo, aperto per le visite. Le sfilate sono in calendario oggi e il 9 febbraio, ma in caso di maltempo l’evento si svolgerà il 23 febbraio. Ancora più antico il Carnevale di Castelnovo di Sotto, sempre nel reggiano, che festeggia la sua 128esima edizione. La sfilata dei carri allegorici giganti trae origine dalla cultura e dalla civiltà del mondo contadino e si è da sempre espresso attraverso burle carnevalesche come le recite e le mascherate. La maschera simbolo è il ‘Castlein, con la berretta calata sulle orecchie, le scarpe grosse da contadino e i calzoni ascellari. A creare i carri sono gli artigiani e artisti del posto che lavorano un anno intero per onorare l’appuntamento carnevalesco secondo l’antica tradizione. Le sfilate sono in programma il 16 e 23 febbraio, il 2 e il 9 marzo. Bisogna risalire, invece, a ben 133 anni fa per trovare la prima edizione del Gran Carnevale di Busseto, Comune parmense che ha dato i natali a Giuseppe Verdi. Lo spettacolo, in calendario nelle stesse 4 domeniche di Castelnovo, prevede musica, sbandieratori, ovviamente i carri allegorici, ma anche una parata di ballerini e majorettes, marching band, spettacoli per i bambini e una sfida mascherata tra single e innamorati. L’appuntamento con la cucina locale è, invece, in piazza Verdi dove sarà allestito lo stand gastronomico con torta fritta, panini con salsiccia e salumi di Parma, spalla cotta calda e Fortana del Taro. Dai carri, ispirati alle fiabe e ai cartoni, ma anche alla satira politica e ai temi ambientali, saranno lanciati quintali di caramelle e coriandoli.

Ti potrebbero interessare anche:

Questa estate in Grecia chi può
Venezia, un gps in ogni barca per scongiurare incidenti ?
ROMA/ Zingaretti inaugura una seggiovia quadriposto a Monte Livata
Natale: anche senza neve Cortina sfiora il tutto esaurito
In Veneto turismo sempre più sociale e accessibile
Eolie, 240 imprenditori consegnano per protesta chiavi loro attività



wordpress stat