| categoria: politica

ELEZIONI/ Fini, non mi candido. Si può fare politica scrivendo

«Io non mi candido. Non credo nei partiti che nascono come funghi dopo le piogge. Credo che si possa fare politica, nel senso etimologico del termine, anche scrivendo qualche cosa, valutando la situazione e facendo ragionamenti che vadano al di là della propaganda». Lo assicura l’ex presidente della Camera dei Deputati, Gianfranco Fini, intervenuto a Salerno per presentare il suo libro «Il ventennio – Io, Berlusconi e la destra tradita». Su chi vincerà le prossime elezioni, invece, Fini non si sente di scommette «perchè è difficile fare previsioni e tante sono le variabili. Bisogna anche vedere Renzi cosa farà nei prossimi mesi e se avrà ancora quell’aura che ha ora». «Nel centro destra, invece, – ha aggiunto Fini – temo che dal berlusconismo sorga un clone del medesimo Berlusconi, anche se io, ovviamente, mi auguro un cambiamento autentico. Grillo, frattanto, – aggiunge Fini – non pare perdere consenso, nonostante alcuni atteggiamenti. Le vere incognite sono l’astensione e la Lega».

Ti potrebbero interessare anche:

MOSE/ Galan, investigatori sequestrano cartella clinica in ospedale
UE/ A Firenze l'8 maggio "The state on the Union"
Unioni civili, no al voto segreto per il primo voto
SONDAGGI/Scandali e inchieste pesano sul Pd, i grillini a un passo dalla vetta
M5S: firme false, a giudizio in 14
Coronavirus, slittano amministrative: via libera del Cdm



wordpress stat