| categoria: salute

SALUTE/1,8 mln di italiani finiti in Pronto Soccorso per incidenti domestici

Cadute, spinte, tagli, urti: gli incidenti all’interno delle mura di casa sono sempre in agguato. Nel 2012 in Italia sono finite in pronto soccorso per incidente domestico oltre un milione e 825 mila persone, di cui 20% bambini (0-14 anni), 30% adulti (15-49 anni), 22% adulti anziani (50-69 anni), 28% ultrasettantenni (70 anni e più). È quanto emerge dai dati del Siniaca (Sistema informativo sugli infortuni in ambienti di civile abitazione dell’Istituto superiore di sanità), pubblicati sul sito del ministero della Salute. In cima alla lista degli incidenti: le cadute. L’evento più frequente è sul totale dei casi è infatti rappresentato da: caduta/inciampo/salto/spinta da un’altezza non specificata (29,7%); caduta a livello (11,9%); urti (15,5%); incidenti con oggetti penetranti o taglienti (11,8%). Sommando tra loro tutte le dinamiche con caduta, si ottiene una percentuale prossima al 50% dei casi (47,9%). Con l’aumentare dell’età – spiega il ministero della Salute – appare incrementarsi la quota degli ‘inciampamenti’ rispetto a quella degli ‘scivolamenti’ perché l’anziano tende ad inciampare più facilmente in oggetti, strutture e fili, per problemi di postura, vertigini o semplicemente perché non vede bene.

Ti potrebbero interessare anche:

Si avvicina la terapia genica anticancro
Uovo sodo e patina verde. Nocivo?
Nutrizionista, ok tonno in scatola in dieta,ha mix nutrienti
Camionista e assistente sociale lavori peggiori per il cuore
Particelle dello smog si accumulano nel cervello
Il lato positivo dell'ansia, un fattore protettivo in caso di infarto



wordpress stat