| categoria: Roma e Lazio

Ater Roma, rescisso contratto di affitto per l’archivio dell’azienda a Pomezia: risparmiati 3,6 milioni

«È stato formalmente disdetto, dall’Ater del Comune di Roma, il contratto di affitto di un capannone a Pomezia destinato a ospitare gli archivi dell’Azienda. La controversa vicenda, che aveva suscitato una vasta eco di critiche e polemiche sui media, risale alla primavera dello scorso anno quando, nella fase dell’ormai dimissionaria Giunta Polverini, il precedente del Cda dell’Ater decise di stipulare un contratto di affitto di un capannone a Pomezia per la sistemazione dei propri archivi, con una spesa annua di 300mila euro per 12 anni». Lo comunica l’Ater del comune di Roma: «Un provvedimento – si legge ancora nella nota – che è apparso del tutto illogico visto il considerevole patrimonio immobiliare di cui l’Ater dispone e considerata, in tempi di spending review, la spesa complessiva di 3,6 milioni di euro che il contratto avrebbe comportato sottraendo, per di più, fondi preziosi destinati alla manutenzione ordinaria e straordinaria. Il Commissario straordinario Daniel Modigliani e il Direttore generale Claudio Rosi, oggi alla guida dell’Ater di Roma, hanno quindi provveduto a rescindere definitivamente il contratto di locazione e hanno già individuato immobili disponibili di proprietà dell’Azienda dove, nei prossimi mesi, verranno trasferiti e riorganizzati gli archivi e gli uffici».

Ti potrebbero interessare anche:

Piano di rientro, si fa sul serio. Scure sulle partecipate e sulla spesa corrente
METRO C/ Prima dell'ok sette giorni di rodaggio ed esami agli operatori
IL PUNTO/ La exit strategy di Marino? Altri sei mesi al potere con l'appoggio esterno del Pd
SICUREZZA/ Gabrielli ascolta le ragioni del VI Municipio
Roma, prime epurazioni nel partito di Matteo Salvini?
Campidoglio, seicentomila euro per i servizi sociali del Municipio XI



wordpress stat