| categoria: spettacoli & gossip

“Il Trovatore” alla Scala di Milano, applausi in sala e “buu” dal loggione

Il giovane direttore, il Maestro Daniele Rustioni

Dieci minuti di applausi in sala misti a salve di ‘buu’ dal loggione, alla prima de ‘Il Trovatore’ di Giuseppe Verdi, ieri sera alla Scala, nello spettacolo firmato da Hugo De Ana che inaugurò la stagione del Piermarini il 7 dicembre del 2000. Allora sul podio c’era Riccardo Muti, direttore verdiano per eccellenza, e fu fischiato anche lui perchè, volendo essere il più possibile vicino alla partitura dei Verdi, non fece eseguire il ‘Do di petto’ al tenore al termine di ‘Di quella pira…’. E ieri sera, al calar del sipario, mentre il resto del pubblico applaudiva con calore, i loggionisti verdiani non hanno proprio voluto perdonare nulla, nè al giovane ma già affermato direttore Daniele Rustioni, nè al mezzosoprano Ekaterina Semienchuk (Azucena), nè al soprano Maria Agresta (Leonora) e neppure al baritono Franco Vassallo (il conte di Luna), che invece nel corso dello spettacolo avevano anche riscosso applausi a scena aperta. Unici fra i protagonisti a non ricevere dissensi sono stati il tenore Marcelo Alvarez (Manrico) e il coro scaligero, diretto da Bruno Casoni. Apprezzata anche la regia di De Ana, tradizionale, che non risente per nulla dei quasi 14 anni di vita – sono sue anche le scene e i costumi del XV secolo – con un allestimento elegante fondato sull’aprirsi e chiudersi di enormi pilastri fatiscenti e antiche mura spagnole, a creare via via i vari ambienti, esterni e interni, sempre oscuri e tetri a sottolineare la tragedia che va compiendosi sulla scena. Cinematografici i ‘ralenti’ e i ‘fermo immagine’ imposti ai soldati dei due eserciti in battaglia alla fine del secondo atto, per non disturbare il canto e l’azione degli interpreti al proscenio. Impressionante nel quarto atto la scena del campo di battaglia disseminato di cadaveri, che poi, sollevandosi di un paio di metri scopre le prigioni in cui sono rinchiusi Manrico e Azucena

Ti potrebbero interessare anche:

Delirio Muse a Torino, fuochi d'artificio per la band inglese
Johnny Depp pronto ad andare in pensione
Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu imitano i Marò: e su Twitter scoppia la polemica
Giro: 5/a tappa, Contador è la nuova maglia rosa
"Porno contro amore", Pupo presenta l'album, "Ero sesso-dipendente". Sarà l'ulti...
Ballando con le stelle, "Peron positivo a tampone veloce"



wordpress stat