| categoria: turismo

Romantico o irridente, al via il Carnevale edizione 2014

Romantico a Venezia, irridente a Viareggio: il Carnevale quest’anno ha assunto diverse connotazioni e a Viareggio, causa le dimissioni del Governo, è stato aggiunto qualche particolare scherzoso in più per la sfilata. Cento imbarcazioni a remi e 300 vogatori in maschera hanno aperto il Carnevale 2014 con la ‘Festa Venezianà, percorrendo il Canal Grande fino al Rio di Cannaregio, tra il tripudio del pubblico. Ieri sera c’era stata la preview, sempre a Cannaregio, con la battaglia tra due macchine sceniche montate su barche decorate, con due band a sfidarsi al ritmo dei tamburi. «È stata la più bella e partecipata Festa Veneziana di sempre» ha detto il direttore del Carnevale, Davide Rampello. A Viareggio la mascherata ha visto Enrico Letta ritratto nei panni di Babbo Natale, con un cartello con scritto ‘Cedesi attività, ben avviata, completa di tasse, riforme, leggi con rendita garantità apparso sulla slitta sulla quale il premier è seduto, con tanto di pacchi, pacchetti e barba finta. Non poteva mancare, ovviamente, anche il carro di Matteo Renzi, con due piccole figure di Bersani e Berlusconi sullo sfondo. Tra i temi scelti dai maestri costruttori per i carri – opere in cartapesta alte venti metri sulle quali ballano fino a 275 figuranti – non ci sarà solo la satira politica (da Obama alla Merkel), ma pure la crisi economica e la voglia di dimenticarla, i desideri della gente e la paura di vederli volar via, i pericoli della Rete, i riti voodoo, il mito di Atlantide e l’omaggio a John Lennon e a Freddie Mercury. Antiche tradizioni e sfilate sono previste in tutte le più note località di montagna: in Trentino va in scena il Carnevale Ladino della Val di Fassa, con le «mascherèdes», spettacoli burleschi e satirici nell’antica lingua locale, in programma fino al 3 marzo, nello stupendo scenario delle Dolomiti. Il «Carnevale dei Matòci», in Val di Fiemme, ripropone invece l’antica usanza dei cortei nuziali, trasformata in rappresentazione carnevalesca all’inizio del ‘900. A Trento, in Piazza Duomo ed in Piazza Cesare Battisti, spazio invece a versioni più classiche del Carnevale, con sfilate e numerose altre iniziative dedicate all’intrattenimento dei più piccoli. Così come a Rovereto, che dedica proprio ai più piccini il proprio «Carnevale dei bambini», nato nel 1956. In Val Gardena, a Ortisei, presso la pista Palmer, il 27 febbraio si svolgerà lo spettacolare Carnival Ski Show della Scuola Sci & Snow Board. Sfilata in maschera per piccoli e grandi a Selva Gardena, dove sarà distribuito thè a tutti con premiazione della maschera più bella. Inoltre, per chi preferisce festeggiare in maschera pattinando sul ghiaccio, gli appuntamenti sono a Santa Cristina e a Selva Gardena allo Stadio del ghiaccio Pranives. Il Carnevale è dedicato ai bambini anche a Courmayeur, domenica 2 marzo, all’inizio della via pedonale del paese. Qui i bambini troveranno ad attenderli i Beuffons, il variopinto esercito simbolo stesso del carnevale di Courmayeur, e l’«Aosta Feels Good», una marching band di circa 25 elementi dal ricco repertorio a base di brani funk, rock e rhythm and blues. Assieme a loro bambini e ragazzi mascherati sfileranno per le vie del centro, portando allegria e buonumore in tutto il paese. Cortina d’Ampezzo, la Regina delle Dolomiti, si prepara al Carnevale con un ricco calendario di eventi per bambini e adulti. Dal 21 febbraio al 4 marzo, musica, maschere, sport, spettacoli e iniziative gastronomiche animeranno le strade di Cortina, coinvolgendo le persone di ogni età nella festa più colorata e allegra dell’anno. Il momento più atteso del Carnevale, il Palio dei Sestieri, arriverà domenica 2 marzo. Al mattino si sfideranno in una staffetta sugli sci di fondo – con partenza da Fiames – i sei Sestieri in cui è suddiviso il territorio di Cortina: per l’occasione le squadre si affronteranno in costume tradizionale.

Ti potrebbero interessare anche:

Sardegna: avanti col piano Qatar per il Porto Cervo Village
Le 'voci' delle fornaci del vetro di Murano diventano musica
A Gardaland per San Valentino e Carnevale
Si rinnova il successo di "Musica in festa" giunto alla XXII° edizione
Il 2017 è l'anno dei borghi
Caccia all’alba più bella dalle Dolomiti alla Sicilia



wordpress stat