| categoria: sanità

Ricette digitali: Toscana e Umbria sono pronte, Lazio fanalino di coda della sperimentazione

Prosegue la lenta marcia della digitalizzazione delle ricette mediche. La prossima a partire, sarà la Toscana, dove il debutto è previsto per il mese di aprile. In base ad accordi presi tra Regione, Federfarma, Sogei e Promofarma, ovvero la società di servizi del sindacato titolari, si partirà con una sperimentazione che coinvolgerà inizialmente una sola Casa della Salute in provincia di Empoli. Quanto alla partenza vera e propria, è la richiesta di Federfarma, bisognerà aspettare la soluzione dei tanti problemi tecnici e quelli strettamente locali legati all’autocertificazione delle esenzioni. Ad annunciare l’imminente partenza delle prescrizioni dematerializzate ad aprile, è l’Umbria. In questo caso, però, Federfarma regionale frena gli entusiasmi. “Sappiamo – spiega il presidente delle farmacie umbre, Augusto Luciani – delle criticità irrisolte che il sistema ancora presenta e sappiamo che Sogei si è impegnata a risolverle definitivamente. Inutile allora partire adesso con una sperimentazione che rischia solo di confermare i problemi già riscontrati”. A spiegare alcune delle carenze è l’ad di Promofarma Gianni Petrosillo, che evidenzia “la mancata possibilità di procedere a sostituzione di medicinali nel caso di irreperibilità o urgenza” e “il mancato blocco alla prescrizione on-line di ricette limitative ovvero di medicinali che dovrebbero esser prescritti da specialisti o aziende ospedaliere”. Anche per questi motivi, l’Italia resta indietro rispetto alla tabella di marcia prevista dall’Agenda elettronica. Dopo il blocco di inizio anno, tutto sembra tornato a funzionare in Sicilia dove si è partiti senza passare per la sperimentazione, così come in Basilicata e Val D’Aosta, regioni che però presentano un bacino di utenti ben diverso. “Tutte le altre, però, sono ancora in fase di sperimentazione o devono ancora avviarla – conclude Petrosillo – con il Lazio fanalino di coda, che non ha ancora presentato un progetto”.

Ti potrebbero interessare anche:

Ha la fibrosi cistica, negata l'iscrizione all'asilo
Oggi la Lorenzin presenta il sito internet "Dovesalute.gov"
Corte Conti, senza investimenti a rischio i Lea
Le pagelle della sanità, la Toscana supera l'Emilia, precipita la Lombardia
Tumori: “800mila italiani ogni anno cambiano regione per curarsi"
MANCA AUTORIZZAZIONE, SEQUESTRATO L' OSPEDALE DELL'INDAGINE SUI FURBETTI



wordpress stat